Esultanza Manchester City
in , , ,

Campionati esteri: Manchester City-Bayern tutto facile, bagarre in Spagna e Francia

I Citizens puntano al Grande Slam, in Bundesliga Bayern vicino alla conferma dopo la vittoria nello scontro diretto col Lipsia. Situazione di grande incertezza in Liga e Ligue 1

In Italia comanda l’Inter

Con la vittoria dell’Inter nel recupero contro il Sassuolo si è virtualmente chiusa la lotta al titolo della Serie A, ormai manca solo il suggello dell’aritmetica. Ma qual è la situazione nei principali campionati esteri? Chiuso da tempo il discorso in Premier League col Manchester City che, dopo un avvio di stagione incerto, ha preso in mano le redini del campionato; la vittoria nello scontro diretto col Lipsia ha avvicinato il Bayern Monaco al nono scudetto consecutivo. Diametralmente opposta la situazione in Spagna e Francia: dopo la sconfitta di Siviglia, l’Atletico Madrid sente sul collo il fiato di Barcellona e Real Madrid mentre nella Ligue 1 rischia di interrompersi l’egemonia del PSG, reduce da una sconfitta nel big match col Lilla.

Inghilterra: il City punta al Grande Slam

Ha avuto poca storia quest’anno la lotta per il titolo in Premier League: dopo un avvio di stagione difficoltoso il Manchester City ha scavato un solco fra sè e le avversarie grazie a una continuità di rendimento impressionante. La squadra di Guardiola ha un margine di 14 punti (con una partita in più) sui cugini dello United e punta a realizzare un clamoroso Grande Slam. I Citizens infatti sono ancora in corsa su tutti i fronti: sono in lizza per conquistare un posto nelle semifinali di Champions League dopo la vittoria nella gara d’andata dei quarti di finale contro il Borussia Dortmund, in finale nella Coppa di Lega dove affronteranno il Tottenham di Mourinho e in semifinale nella FA CUP in cui affronteranno il Chelsea di Tuchel.

Solsjkjaer (United), Tuchel (Chelsea), Klopp (Liverpool) e Mourinho (Tottenham)
Solsjkjaer (United), Tuchel (Chelsea), Klopp (Liverpool) e Mourinho (Tottenham)

Ancora aperta invece la lotta per i piazzamenti Champions che coinvolge ben 7 squadre: sembra essere al riparo da sorprese il Manchester United, meno rassicurante il vantaggio del Leicester di Rodgers che, nelle prossime 9 giornate, dovrà affrontare ben 4 scontri diretti. Il quarto posto attualmente è appannaggio del sorprendente West Ham di Moyes ma alle sue spalle nel giro di 5 punti ci sono Chelsea, Tottenham, il deludente Liverpool di Klopp che dopo avere dominato lo scorso campionato rischia una clamorosa esclusione dall’Europa e l’Everton di Ancelotti che ha una partita in meno.

Nelle zone basse manca soltanto la matematica per decretare la retrocessione dello Sheffield United che verosimilmente sarà accompagnato in Championship dal WBA, la cui situazione è disperata nonostante l’impresa dell’ultimo turno a Stamford Bridge. Per il terzo posto la lotta sembra essere ristretta a Fulham e Newcastle, ma Brighton e Burnley non possono concedersi distrazioni.

Bundesliga, 9^ sinfonia per il Bayern

Con la vittoria nello scontro diretto col Lipsia il Bayern Monaco ha ipotecato il nono titolo consecutivo. Il vantaggio dei bavaresi sulla squadra di Nagelsmann è salito a 7 punti, un divario che pare difficilmente colmabile. Il team di proprietà della Red Bull si è comunque già assicurato un posto anche nella prossima Champions League così come il Wolfsburg. Rimane aperta la corsa per il quarto posto anche se la vittoria nello scontro diretto contro il Borussia Dortmund ha consolidato la posizione dell’Eintracht, trascinato dai gol dell’ex Milan Andrè Silva, che ha portato a +7 il suo margine sui gialloneri e sul Bayer Leverkusen.

Bayern Monaco-Lipsia, big match della decima giornata di Bundesliga
Bayern Monaco-Lipsia, big match della decima giornata di Bundesliga

Dopo 30 anni di permanenza nella massima serie è mestamente destinato alla retrocessione lo Schalke 04 che, nonostante i 4 cambi di allenatore, non ha mai abbandonato l’ultimo posto. Per evitare la penultima e la terzultima piazza (che valgono rispettivamente la retrocessione diretta e lo spareggio play-out con la terza classificata della Zweite Bundesliga) sono attualmente in corsa Colonia, Arminia Bielefeld, Hertha Berlino e Mainz che ha cambiato marcia dopo l’approdo in panchina di Bo Svensson.

Liga, Simeone rallenta: Barcellona e Real Madrid in agguato

Sembrava non avere storia la lotta per il titolo nella Liga, per gran parte della stagione dominata dall’Atletico Madrid. La squadra del Cholo Simeone è tutt’ora in testa alla classifica ma nelle ultime giornate ha visibilmente rallentato vincendo soltanto 1 delle ultime 4 partite e dilapidando così il suo margine su Barcellona, a -1 dai Colchoneros, e sul Real Madrid (-3). La squadra di Koeman dopo il passaggio alla difesa a 3 si è letteralmente trasformata lasciandosi alle spalle i problemi che ne hanno caratterizzato la prima parte di stagione aggiudicandosi 12 delle ultime 15 partite.

Suarez, Messi e Benzema, attaccanti di Atl.Madrid, Barcellona e Real Madrid
Suarez, Messi e Benzema, attaccanti di Atl.Madrid, Barcellona e Real Madrid

In grande crescita anche i Blancos che hanno ritrovato le versioni migliori di Modric, Casemiro e Kroos dopo un periodo di appannamento. Ormai sicuro del quarto posto il Siviglia (+12 il margine della squadra di Lopetegui sulle inseguitrici), è invece apertissima la lotta per non retrocedere che attualmente vede 5 squadre (Alaves, Eibar, Huesca, Elche e Valladolid) racchiuse in 5 punti. Ma anche Getafe e Osasuna (rispettivamente a +6 e +7 sul terzultimo posto) non possono ancora considerarsi al riparo da sorprese.

Ligue 1, Lille-PSG: passaggio di consegne?

Sorprendentemente equilibrata la lotta per il titolo in Francia che rischia di cambiare padrone dopo 7 anni di dominio del PSG, con la sola intrusione del Monaco nel 2017-2018. La squadra attualmente guidata da Pochettino è reduce dalla sconfitta nello scontro diretto col Lille di Galtier, ora distante 3 punti.

In piena corsa per lo scudetto anche il Monaco di Nico Kovac, tornato ai vertici dopo due stagioni decisamente sottotono, e il Lione dell’ex tecnico della Roma Rudi Garcia, nonostante il brusco calo delle ultime giornate (2 punti nelle ultime 3). Queste 4 squadre, a meno di improvvisi crolli, rappresenteranno la Francia nella prossima Champions League.

Galtier (Lille) e Pochettino (Psg)
Galtier (Lille) e Pochettino (Psg)

Nelle zone basse è ormai spacciato il Digione, che nel girone di ritorno ha conquistato 1 solo punto. La vittoria nell’ultimo turno del Lorient ha complicato la posizione di Nimes e Nantes, rispettivamente a 3 e 4 punti dal quartultimo posto.

Stefano Pioli, allenatore del Milan

Milan-Pioli, dal quasi esonero alla conferma: ecco cosa è cambiato

Dzeko e Mayoral, attaccanti della Roma

La Roma brilla, l’attacco preoccupa: Dzeko-Mayoral polveri bagnate