Fabio Cannavaro, tecnico del Guangzhou

Cannavaro: “La Juve sbaglierebbe due volte”

Fabio Cannavaro sostiene che la Juventus “sbaglierebbe due volte” se dovesse licenziare Andrea Pirlo e sottolinea che Gennaro Gattuso ha zittito le critiche ricevute a Napoli con i risultati. Se siete amanti delle scommesse e volete scommettere su chi sarà il prossimo allenatore del Napoli o se Pirlo resterà al suo posto, vi consigliamo di dare un’occhiata alla grande varietà di scelta che trovate su questo sito.

L’attuale tecnico del Guangzhou FC ed ex compagno di squadra proprio di Andrea Pirlo e Gennaro Gattuso ha parlato a La Gazzetta dello Sport della grande partita che si dovrebbe disputare tra i suoi due ex compagni, ASL di Torino permettendo.

Secondo quanto riportato, l’allenatore bianconero Andrea Pirlo rischia di perdere il posto con un risultato negativo contro i partenopei, ma il 47enne vincitore della Coppa del Mondo ha detto che “la colpa non può essere solo sua”.Bisogna avere calma“, ha detto Cannavaro alla Gazzetta dello Sport. Nel momento in cui la Juventus ha scelto Pirlo, lo sapeva che l’esperienza gli mancava. È logico che abbia bisogno di tempo per arrivare alla maturazione di un allenatore esperto, anche nel rapporto con i giocatori. Ci sono ancora 30 punti in palio prima della fine della stagione ed è giusto lasciare questa sentenza in sospeso”.

Cannavaro: "La Juve sbaglierebbe due volte"

“E Andrea ha fatto ottime cose alla Juve, lanciando giovani giocatori e gestito una squadra difficile con persone che hanno vinto molto. Ovvio che alcune cose ancora non sono perfette, ha commesso degli errori: è umano. È necessario tutelarlo per tutto il movimento. In fondo, se la Juventus non conferma la sua posizione, cosa lo hanno scelto di fare l’estate scorsa?”. Si sbaglierebbero due volte se prendessero la decisione di sostituirlo ora. E la colpa non può essere solo sua se i giocatori commettono errori dentro e fuori dal campo” – vedi il caso McKennie & Co.

Situazione completamente ribaltata nelle ultime giornate

La situazione è cambiata molto dall’ultima partita tra Juventus e Napoli, quando secondo molti era Gennaro Gattuso a rischiare di perdere il posto da allenatore a Napoli. Cannavaro ha detto di avere familiarità con tutto questo. Ha detto che Gattuso ora ha messo a tacere le critiche attraverso una buona serie di risultati e lo ha fatto subito dopo aver recuperato tutti i suoi giocatori chiave.

L’effetto lavatrice, come lo chiamo io, ha detto. “Succede nella mia città [Napoli], tanto quanto nel resto d’Italia. Le persone vengono insultate, affondate e poi… gettate in un turbine senza rispetto. È successo a Pirlo, anche a Pippo Inzaghi, molto criticato prima della vittoria alla Juventus. “Non lo dico perché parlo di vecchi amici. Due mesi fa, alcuni dicevano che Rino era il peggiore di tutti. Ma per l’allenatore contano solo i numeri. Ora che arriva da quattro vittorie consecutive e finalmente può contare sui suoi giocatori più importanti, nessuno ha più nulla da ridire. Questi risultati non possono essere figli solo di un comune blackout, né il silenzio stampa. Fa tutto parte del gioco”.

Simone Inzaghi, allenatore della Lazio @Image Sport

La vittoria della Lazio sullo Spezia avvicina il rinnovo di Inzaghi con i biancocelesti

Sanchez (Inter) e Rogerio (Sassuolo) @Image Sport

Inter, a San Siro per sfatare il tabù Sassuolo