in

Caso Chievo, depositato il ricorso al TAR: il comunicato

L’esclusione dalla Serie B ha lasciato l’amaro in bocca al Chievo, che ha deciso di presentare ricorso al TAR

Luca Campedelli, presidente del Chievo Verona
Luca Campedelli, presidente del Chievo Verona

Il caso relativo all’esclusione del Chievo dalla Serie B sembra tutt’altro che concluso. Come si legge nei canali ufficiali del club, infatti, la dirigenza ha presentato il ricorso al TAR. Dopo aver superato l’ostacolo della giustizia sportiva, dunque, il Chievo vuole appellarsi a quella ordinaria per ottenere la riammissione al campionato cadetto. Di seguito il comunicato:

L’A.C. ChievoVerona al fine di difendere i propri diritti e ribadendo di aver sempre operato in linea con le normative vigenti e federali per l’iscrizione al campionato di Serie B 2021/22, comunica di aver depositato in data odierna il ricorso al TAR del Lazio a firma del Professore e Avvocato Bernardo Giorgio Mattarella, dell’Avvocato Daniele Ripamonti e dell’Avvocato Flavio Iacovone, per impugnare la decisione del Collegio di Garanzia del CONI“.