in

Champions League, De Paola sui sorteggi: “Uefa ridicola, Ceferin si dimetta”

L’ex direttore di Tuttosport e Corriere dello Sport, Paolo De Paola, ha commentato la ripetizione dei sorteggi di Champions League

Sorteggi Champions
Sorteggi Champions

Continua a far discutere la ripetizione di ieri dei sorteggi di Champions LeagueSul tema è intervenuto così, ai microfoni di Tuttomercatoweb.com, l’ex direttore di Tuttosport e del Corriere dello Sport, Paolo De Paola: “Se uno come Ceferin non si dimette oggi mi chiedo quando lo farà mai? Vuol dire che se ne frega di tutto, perché ieri ai sorteggi è successa una cosa ridicola in mondovisione. Significa solo che gli interessa degli amichetti del Psg e del Manchester City. Non voglio dire che Ceferin sia corrotto, ma sorride ai soldi che arrivano da altri paesi”.

“Sarebbe un’iniziativa molto seria se i club chiedessero le sue dimissioni, anche in scia della Superlega. Sarebbe una sorta di rivincita. Ceferin ha dato la colpa a un’azienda esterna alla Uefa, che però non può essere estranea all’accaduto. Ieri c’è stato un buco clamoroso: se ci fossero stati degli osservatori o dei controllori attenti si poteva mettere una toppa e fermare il sorteggio subito, evitando la figuraccia colossale. Nel calcio attuale non c’è libero mercato, perché non ci sono regole per i fondi sovrani. Dov’è la competitività se saranno sempre Psg, City e Chelsea a vincere”.