Champions League, il primo atto è Blues: Porto-Chelsea 0-2

Mount e Chilwell puniscono gli errori difensivi dei portoghesi. A Londra servirà un miracolo

Premier League, Southampton-Chelsea 1-1: Mount riprende Minamino
Mason Mount, centrocampista del Chelsea

Nel mercoledì di Champions League la vittoria per 0-2 maturata dal Chelsea non desta sorprese degne di nota. La squadra di Tuchel approfitta degli errori difensivi dei portoghesi, che vengono trafitti da Mount e Chilwell nelle due frazioni di gioco. Gli uomini di Conceiçao saranno chiamati ad un miracolo in quel di Londra, proprio come quello di Torino di un mese fa. L’11 titolare scelto dai padroni di casa annovera – tra le varie assenze – quelle di Oliveira e Taremi. Tuchel può invece fare affidamento su tutti gli effettivi, scegliendo dal primo minuto Havertz come unica punta. Il possesso palla degli ospiti appare inizialmente sterile, i quali rimangono molto concentrati sulle catene laterali.

La proverbiale caparbietà degli inglesi ha la meglio al 32′, quando Mount approfitta di un errore commesso da Zaidu. I padroni di casa son duri a morire ed il mister chiede di serrare i ranghi rimanendo propositivi, tornando però negli spogliatoi ancora sotto di una rete a zero. La ripresa parte subito con un brivido Blues: incornata di Werner che si spegne sopra la traversa. Il Porto rimane compatto e convoglia la sua pericolosità sui piedi di Marega, con Mendy mai colto impreparato. Tuchel sornione opta per dei cambi, ma la differenza la fa Chilwell che approfitta di un errore di Corona. 2-0 e semifinale vicina.

Kylian Mbappe, attaccante del PSG

Champions League, ancora Mbappe: PSG batte Bayern 3-2

Roberto De Zerbi, allenatore del Sassuolo @imagephotoagency

Sassuolo, De Zerbi: “Più occasioni dell’Inter. Irrati? A me non piace”