Menu

Hans Hateboer e Diogo Jota, centrocampista dell'Atalanta e attaccante del Liverpool @imagephotoagency

Champions League: Liverpool-Atalanta, Ilicic e Gosens riscrivono la storia

L’Atalanta arriva all’Anfield Road a viso aperto per sfidare un Liverpool in caccia della qualificazione agli ottavi. Gasperini schiera un 3-5-2 che all’evenienza può diventare 3-4-1-2 con Gollini in porta, Toloi, Romero e Djimsiti in difesa, a centrocampo Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens e Pessina, in attacco riposa Zapata, che siede in panchina, e ci sono Gomez e Ilicic. Il Liverpool risponde con Alisson in porta, in difesa N. Williams, R. Williams, Matip e Tsimikas, a centrocampo Jones, Milner e Wijnaldum e in attacco il tridente composto da Manè, Origi e Salah in un classico 4-3-3, seppur con diverse assenze.

La partita si apre, dopo un minuto di silenzio in memoria di Diego Armando Maradona, con un’Atalanta molto organizzata che al 4′ si affaccia in area di rigore con Ilicic che sfrutta l’errore di Salah in fase di disimpegno. La squadra di Gasperini copre il campo nella sua interezza, costringendo i padroni di casa a giocare da dietro senza poter verticalizzare, come è abituato a fare. Al 9′ ci prova Gosens da posizione defilata e di fatto obbliga Alisson a una parata repentina. L’Atalanta gioca spensierata, innervosendo i Reds che sembrano smaniosi di concretizzare a cui però i nerazzurri chiudono tutte le linee di passaggio e che costringono all’errore in fase d’impostazione. Al 28′ occasione di Ilicic su cross di Pessina fermato da Matip mentre il Liverpool è costretto nella sua metà campo e giunge alla prima conclusione solo al 44′ con Salah, che tira alto da posizione centrale. Il primo tempo si chiude al 47′ con un Klopp che corre negli spogliatoi, decisamente consapevole di dover rimodellare i suoi, mentre dall’altra parte un Gasperini che può dirsi soddisfatto, al momento.

Atalanta, Ilicic nella storia della Champions: nessuno come lui
Atalanta, Ilicic nella storia della Champions: nessuno come lui

Atalanta, attacco inedito “indovinato” da Gasperini: ritorno al gol per Ilicic

Le squadre rientrano in campo nel segno del primo tempo senza campi, con l’Atalanta che rallenta il gioco del Liverpool dal ritmo sommesso che continua a perdere palloni in fase di impostazione e che alla fine subisce gol, al 60′ Ilicic, sullo splendido cross di Gomez dopo aver manovrato abilmente l’azione nella trequarti dei Reds, sigla la rete dell’1-0. Klopp, visibilmente innervosito, è costretto a guardare la sua panchina, da cui attinge ed effettua ben 4 campi mentre dall’altra parte Gasperini congela il cambio, facendo accomodare nuovamente Zapata in panchina.


Arriva al 64′ il gol del 2-0 dell’Atalanta ad opera di Gosens su sponda di testa di Hateboer dopo un’azione sinuosa che risveglia il Liverpool dal suo sonno. Gli ultimi 20 minuti si giocano principalmente nella metà campo dei nerazzurri, che nei momenti opportuni riparte in contropiede minacciando di far ancora male ai Reds, che non sembra impensierire più di tanto la squadra ospite. L’Atalanta raggiunge un traguardo storico, mantenendo ancora vivo il sogno europeo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

Back to Top

Ad Blocker Rilevato!

Il nostro è un giornale gratuito ed offriamo informazione regolarmente tutti i giorni senza richiedere alcun abbonamento. Le nostre uniche fonti di guadagno provengono dalle campagne pubblicitarie presenti sulle pagine del nostro portale. Per continuare a sfogliare le nostre pagine disattiva Ad Blocker per permetterci di continuare a coltivare le nostre passioni. Grazie mille e continua a leggere le pagine di Footballnews24.it

How to disable? Refresh

Add to Collection

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.