in

Champions League, Real Madrid-Inter 3-2: Rodrygo inguaia Conte

Champions League, Real Madrid supera 3-2 l'Inter nella gara d'andata @imagephotoagency
Champions League, Real Madrid supera 3-2 l'Inter nella gara d'andata @imagephotoagency

L’Inter arriva all’Estadio Alfredo Di Stéfano di Valdebebas a giocarsi le proprie carte contro il Real Madrid di Zinedine Zidane, un vero big match che potrebbe risultare decisivo ai fini della qualificazione. Il brutto pareggio contro il Parma ottenuto all’ultimo minuto ha confermato una certa confusione in casa nerazzurra che si presenta alla sfida contro i blancos con soli due punti ottenuti contro Shakhtar Donetsk (0-0) e Borussia Moenchengladbach (2-2).

I padroni di casa, però, non se la passano meglio visto che sono reduci dalla sconfitta casalinga contro lo Shakhtar e dal pari in rimonta contro il Gladbach. Entrambe le squadre dunque non possono permettersi altri passi falsi e dovranno centrare i tre punti nel match di questa sera. Conte recupera Hakimi, ma dovrà rinunciare a Romelu Lukaku, in avanti Perisic farà coppia con Lautaro. Nessuna particolare novità, invece, per il Real che lancia dal 1′ Eden Hazard.

INTER (3-4-1-2): 1 Handanovic (C); 33 D’Ambrosio, 6 de Vrij, 95 Bastoni; 2 Hakimi, 22 Vidal, 77 Brozovic, 15 Young; 3 Barella; 10 Lautaro Martinez, 14 Perisic.

REAL MADRID (4-3-3): 1 Courtois; 17 Lucas Vazquez, 5 Varane, 4 Sergio Ramos (C), 23 F. Mendy; 15 Valverde, 14 Casemiro, 8 Kroos; 11 Asensio, 9 Benzema, 7 E. Hazard.

Real Madrid-Inter 3-2: la cronaca del match

All’Estadio Alfredo Di Stefano non riesce l’impresa all’Inter di Antonio Conte che incassa la seconda sconfitta stagionale, la prima in Champions League contro il Real Madrid. I blancos avanti 2-0 subiscono la rimonta dei nerazzurri, ma a 10′ dal termine trovano il guizzo vincente con Rodrygo che condanna l’Inter all’ultima posizione in classifica. Servirà una vera e propria impresa alla Beneamata, costretta a vincere tutte le gare per accedere agli ottavi di finale.

LEGGI ANCHE  Inter al bivio: contro il Real Madrid per cercare la svolta

L’Inter parte forte e sfiora il gol per ben tre volte nel giro dei primi quindici minuti: Barella colpisce la traversa, Courtois ferma la conclusione ravvicinata di Lautaro, mentre Vidal, tra i peggiori in campo anche stasera, non inquadra la porta. Il Real però da sempre è squadra cinica e alla prima occasione utile punisce gli ospiti: retropassaggio imbarazzante di Hakimi che lancia in campo aperto Benzema, il bomber transalpino dribbla Handanovic e deposita dentro l’1-0. L’Inter accusa il colpo e subisce il raddoppio di Sergio Ramos, otto minuti più tardi sugli sviluppi di calcio d’angolo.

LEGGI ANCHE  Calciomercato Fiorentina, emergenza in attacco: beffa all'Inter a gennaio?
Ivan Perisic, attaccante dell'Inter @imagephotoagency
Ivan Perisic, attaccante dell’Inter @imagephotoagency

La seconda mazzata sveglia i nerazzurri che accorciano con Lautaro al 35′ e trovano il meritato pareggio nella ripresa con Ivan Perisic, ancora a segno dopo il 2-2 in campionato contro il Parma. L’Inter crede nell’impresa, arriva addirittura a sfiorare il 3-2 con Lautaro, ma la conclusione a giro dell’argentino accarezza il palo e si spegne sul fondo. Nel momento migliore della squadra di Conte, il Real torna avanti approfittando dell’ennesima dormita della retroguardia difensiva nerazzurra. Junior Vinicius serve a Rodrygo un filtrante al limite dell’area, su cui Vidal è in ritardo, il brasiliano sistema il pallone sul destro e immobilizza Handanovic. 3-2, game, set and match: i blancos centrano il primo successo stagionale in Champions, l’Inter rimane ferma a 2 punti e ora le speranze di qualificazione si complicano.

Commenti

Lascia un commento

Loading…

0

Vota Articolo

704 points
Upvote Downvote
Andrea Pirlo (Juventus)

Juventus, Pirlo: “Dobbiamo rispettare il Ferencvaros”

Diogo Jota, giocatore del Liverpool @imagephotoagency

Champions League, Atalanta-Liverpool 0-5: i Reds umiliano la Dea