Array

Champions League, Real Madrid-Roma: Di Francesco sta in guardia

Roma a Madrid: Di Francesco chiede massima concentrazione

Un inizio di campionato balbettante, raccogliendo soltanto cinque punti sui dodici disponibili, e una qualità di gioco che ancora non convince. Questi sono due degli ingredienti che hanno fatto subito scoppiare il caso Roma tra i tifosi giallorossi, scatenandosi sui social i commenti contro la società e contro il tecnico abruzzese Eusebio Di Francesco. Oggi, tra poche ore, la formazione capitolina debutterà in Champions League, andando a giocare in un glorioso stadio quale il “Santiago Bernabeu” di Madrid contro la rinnovata formazione spagnola. Eusebio Di Francesco ha già messo in chiaro da subito che non sarà una partita semplice, ricordando ai propri ragazzi come un risultato positivo sarebbe importantissimo non solo per incominciare bene, ma anche e soprattutto per dare una spinta positiva a migliorare questo primo scorcio di campionato. “Il Real Madrid non si scopre certo oggi” – ha detto Di Francesco sulle colonne del Corriere della Sera – “e noi dobbiamo giocarci le nostre carte con attenzione, senza prestare loro il fianco e senza avere la presunzione di strafare. Ho detto ai ragazzi di stare tranquilli perché possiamo giocare bene e sono sicuro che l’aria della Champions League ci darà una spinta ulteriore, portando a casa un risultato positivo“. I blancos hanno rinnovato molto la squadra, vedendo l’addio eccellente di Cristiano Ronaldo. Resta il fatto che Di Francesco continua a gettare acqua sul fuoco perché “… è una squadra dai nomi importantissimi, iniziando da Modric e Cross. Voglio cattiveria agonistica da tutti e l’ho detto chiaro ai ragazzi in questi ultimi giorni. Loro sono una squadra unita, fatta non solo dai nomi, ma dalla voglia di vincere. E noi dovremo averne di più, dimostrando che non sempre la squadra favorita riesce nell’impresa. La scorsa Champions? Eccezionale. Ma adesso ne inizia un’altra e dobbiamo dimenticare tutto quello che abbiamo fatto, restando umili“.