in

Chelsea-Juventus 4-0, da Rabiot a Bentancur: urge una rivoluzione a centrocampo

I limiti del centrocampo della Juventus non possono più passare inosservati a seguito della debacle contro il Chelsea: Cherubini è chiamato a compiere una rivoluzione

Rabiot Alex Sandro
Rabiot ed Alex Sandro durante Chelsea-Juventus

La pesantissima sconfitta per 4-0 rimediata dalla Juventus a Stamford Bridge contro il Chelsea ha messo in luce, ancora una volta, tutti gli enormi limiti del centrocampo bianconero. A tal proposito, Rabiot, Bentancur e Arthur si sono resi protagonisti di una prestazione gravemente insufficiente, motivo per cui gli innesti in mediana non possono più essere rimandati se si intende lottare per obiettivi prestigiosi. Per portare a termine degli acquisti sarà tuttavia necessario vendere. In questo senso, tutti i centrocampisti della Signora, escluso Locatelli e forse McKennie che sembrerebbe in crescita, avrebbero il cartellino “vendesi” appeso al collo.


Scarica la nostra App


SEGUI TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SULLA JUVENTUS

I proventi di tali eventuali cessioni saranno poi reinvestiti per rivoluzionare la metà campo. Secondo quanto analizzato da calciomercato.com, sarebbero tanti i profili seguiti dal Ds Federico Cherubini: dal “solito” Tchouameni del Monaco, a Cajuste del Midtjylland e Witsel del Borussia Dortmund, passando per Kamara del Marsiglia, Villar della Roma, Paredes del PSG, fino ai 2 del Borussia Moenchengladbach: Zakaria e Kone.