in

Coin of Champions, Christian Vieri: il gol che giustiziò la Norvegia a Francia ’98

Tra gli Ambassadors di Coin of Champions è presente anche Christian Vieri: focus sul grande gol che sconfisse la Norvegia ai Mondiali del 1998

Christian Vieri - Francia '98
Christian Vieri - Francia '98

Coin Of Champions (COC) è un nuovo progetto, nato nell’estate del 2021, che si sta affermando sempre di più all’interno del mondo Blockchain ed è ormai in procinto di essere lanciato a livello globale nel mercato delle criptovalute. Si tratta infatti di un innovativo token che è stato messo in prevendita il 5 luglio scorso e diffuso nel mondo il 7 settembre. In pochi mesi, il progetto ha varcato l’incredibile – e inaspettata per molti – soglia dei 10.000 holders, numeri che sottolineano il prestigio ottenuto da un argomento così particolare e alle volte sconosciuto alla maggior parte delle persone. Non bisogna poi tralasciare la conclamata ambizione dietro a questo inedito percorso, rafforzata dal blasone degli Ambassadors che lo appoggiano: Marco Materazzi a Christian Vieri, Filippo Inzaghi, Alessandro Nesta, Gianluca Zambrotta, Wesley Sneijder, Roberto CarlosRonaldinho. Queste sono solamente alcune delle vecchie glorie del calcio coinvolte nel progetto di COC, con la consapevolezza che questo nuovo universo delle Crypto sia destinato a far parlare molto di sé nei prossimi anni.

PER ISCRIVERTI A COIN OF CHAMPIONS CLICCA QUI

COC sarà poi il primo Token della storia che destinerà circa il 10% della fornitura totale di monete per ONLUS internazionali e nazionali, che verranno indicate progressivamente con la crescita del progetto. La beneficienza, una delle principali finalità di Coin of Champions, è sicuramente motivo più importante che ha portato diversi grandi ex giocatori ad aderire come testimonial della rivoluzionaria iniziativa. Inoltre un ulteriore 10% del totale circolante sarà devoluto per acquisire e riqualificare centri sportivi, in modo che tanti giovani meno fortunati siano avvicinati al variegato mondo dello sport. Un percorso inedito dunque che punta fortemente alla beneficenza e alla crescita di attività per il benessere psicofisico dei giovani, accentuandone la caratterizzazione sportiva. Intanto COC ha già mosso i primi passi nel calcio internazionale, prendendo parte alla cerimonia finale dei Globe Soccer Awards del 27 dicembre scorso come Platinum Sponsor dell’ambitissimo evento di Dubai.

Coin of Champions - Platinum Sponsor Globe Soccer Awards 2021
Coin of Champions – Platinum Sponsor Globe Soccer Awards 2021

Coin of Champions, gli Ambassadors: Christian Vieri grande protagonista

L’ambizioso progetto di COC ha già ottenuto un’enorme quantità di consensi negli ultimi mesi, bruciando le tappe in tempi record. Grande merito bisogna sicuramente riconoscerlo ai suoi numerosi e celebri Ambassadors, convinti fin dall’inizio a sostenere e condividere con determinazione l’idea rivoluzionaria messa in piedi da Florio. Stelle del calcio, idoli sportivi e vecchie glorie che hanno segnato epoche e generazioni con i loro colpi di genio come quelli citati in precedenza. Oltre agli ex calciatori però, il progetto si è esteso anche a volti noti del mondo sportivo in generale, come ad esempio il baseball, rappresentato da Simon Randall, Chris Colabello e Ricardo Rochaoppure il settore della Formula 1, dove figura il nostro grande Giancarlo Fisichella. Adesioni dunque illustri, capaci di far crescere in poco tempo la considerazione in questo percorso, evidenziando sempre più la visione lungimirante di Coin of Champions: portare gioia e felicità alle persone meno fortunate affinché questo mondo difficile sia più vivibile per tutti.

La credibilità è forse il fattore più importante per COC, che ne ha permesso un’ulteriore crescita rafforzandone la forza dell’iniziativa. L’obiettivo a lungo termine è quello di poter contare sempre più sull’apporto di tanti altri personaggi di fama internazionale per attirare una sempre più cospicua fetta di pubblico, che in questo momento si sta timidamente approcciando con l’ancora ignoto universo delle Crypto. Coin of Champions, cui è possibile iscriversi cliccando qui, si distingue quindi da tutti gli altri token di questo tipo per le importanti e differenti iniziative che volgono lo sguardo alla gente e ai giovani appassionati del calcio: il futuro passa da qui!

Coin of Champions
Coin of Champions

Coin of Champions: il Bomber “Bobo” Vieri

Figlio d’arte di Bob Vieri, da cui proviene il suo appellativo di “Bobo”, Christian Vieri è stato uno dei più forti attaccanti italiani di tutti i tempi. Un centravanti completo, forte fisicamente, implacabile di testa e con il fiuto inconfondibile per il gol. Vieri inizia la sua carriera da bomber in un piccolo club australiano, dove è cresciuto, prima di tornare in Italia al Prato. Soprannominato in passato anche come ‘lo Zingaro del calcio‘ per le tante differenti maglie da lui indossate in carriera, nei primi anni ’90 milita nelle fila del Torino, del Pisa, del Ravenna, del Venezia e dell‘Atalanta, fino all’arrivo nella stagione 1996-1997 alla Juventus, fresca campione d’Europa. Dopo una sola stagione in bianconero però, prima si trasferisce in Spagna all’Atletico Madrid, dove vive un’annata calcistica devastante vincendo perfino il Pichichi, poi torna in Italia con la maglia della Lazio, vincendo nel 1999 la Coppa delle Coppe contro il Maiorca.

Dall’estate dello stesso anno fino al 2005, diventa invece una delle colonne basilari dell’Inter di Moratti, mettendo a segno ben 123 reti 190 partite, vincendo la Coppa Italia 2005 sul campo e lo Scudetto 2005 a tavolino. Nel luglio 2005 passa prima a parametro zero al Milan, dove vive una prima parte di stagione non tanto esaltante, e poi in Francia al Monaco. Termina la sua carriera tra le fila della Sampdoria, dell’Atalanta e della Fiorentina, realizzando – solo per un bomber come lui – 13 gol in 55 partite, per poi di ritirarsi il 1° aprile del 2009. Adesso è il momento di tornare “in campo” con Coin of Champions.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Christian Vieri (@christianvieri)

Mondiali di Francia ’98, Italia-Norvegia 1-0: Vieri giustiziere degli Ottavi di Finale

Della più grande prestazione in carriera di Bobo Vieri abbiamo già parlato, quando realizzò un meraviglioso gol da posizione impossibile nella gara tra Atletico Madrid e Paok Salonicco, valida per la Coppa UEFA 1997-1998. Scorrendo però negli annali del calcio, in particolare quelli della Nazionale Italiana, ecco che possiamo ritrovare una rete del nostro Bomber di primaria fattura: quella con cui Vieri ha giustiziato la Norvegia negli ottavi di finale dei Mondiali di Francia ’98. Un momento entrato nel cuore di tutti i tifosi azzurri, ricostruito perfino nel famoso film tutto italiano di Aldo, Giovanni e GiacomoCosì è la vita”. Nella massima competizione internazionale del 1998, Bobo è in una forma fisico-mentale superiore a chiunque altro, aspetto che gli consente di segnare a tutte le squadre del girone eliminatorio in cui figurava l’Italia, quali Cile, Camerun e Austria. La storia vuole che la sua distintiva capacità realizzativa continui poi anche nel successivo Ottavo di Finale contro la Norvegia nel torrido caldo marsigliese dell’epoca.

Vieri e Del Piero - Francia '98Vieri-Del Piero – Italia-Norvegia 1-0 a Francia ’98

Un gol da cineteca, l’ennesimo per il Re dei Bomber e Ambassador del nuovo progetto di Coin of Champions, cui è possibile iscriversi cliccando qui: pallone ricevuto da un sontuoso Di Biagio, protezione con il corpo del pallone dal disturbo del difensore norvegese, scatto in profondità sino all’area di rigore e incrocio con il destro che batte il portiere avversario. Poi la frenetica esultanza con le classiche braccia allargate, che gli varrà la storica copertina di Fifa 99, seguita con la celebrazione a gambe incrociate insieme all’amico e compagno di squadra, Alex Del Piero. Una vera e propria cavalcata vincente, capace con astuzia e forza fisica di resistere al ritorno dell’avversario, conclusa con un diagonale perfetto a rimarcare ancora una volta la vera essenza del campione che era Christian Vieri. Un momento di gioia nazionale per i tifosi italiani di quel periodo, che solo attraverso le storiche immagini possiamo tutti vivere e rivivere, riassaporando nel tempo uno dei più forti centravanti azzurri di sempre.