in

Collovati in ESCLUSIVA: “Italia? Siamo i più forti. Mancini come Bearzot”

Intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni l’ex difensore della Nazionale, Fulvio Collovati, ha parlato del percorso europeo degli Azzurri

Fulvio Collovati, ex difensore della Nazionale italiana
Fulvio Collovati, ex difensore della Nazionale italiana

Collovati: “In difesa Bonucci e Chiellini sono i migliori”

Era il 13 Novembre 2017 quando, dopo una partita stregata e a tratti terrificante, l’Italia non riusciva ad accedere ai Mondiali per via dello 0-0 con la Svezia, toccando il punto più basso della storia della Nazionale. A pochi anni di distanza però la musica è cambiata. Siamo tornati a riabbracciarci, a cantare l’inno nelle piazze, uniti sotto il nostro tricolore.

Sullo stesso argomento
Juventus, inizia l'Allegri bis: da Ronaldo a Bonucci, nessun intoccabile

Dopo la disfatta con la Svezia nel 2017, grazie uno straordinario lavoro Roberto Mancini ha riportato i colori Azzurri in alto, dove meritano di stare con l’obiettivo di conquistare l’Europa nella gara in programma domenica sera a Wembley. Contro la Spagna, l’Italia ha dimostrato di saper soffrire e colpire grazie alla solidità di un gruppo straordinario, impeccabile anche in fase difensiva presidiata da capitan Chiellini e Bonucci, i migliori difensori del momento secondo Fulvio Collovati. Quest’ultimo, Campione del Mondo nel 1982, è intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni per commentare il percorso europeo della nostra Nazionale, toccando diversi argomenti: da Mancini a Bearzot fino alla finale.

Sullo stesso argomento
Roberto Carlos: "Jorginho? Al Brasile avrebbe fatto comodo"

Ti ha stupito il percorso degli Azzurri?

“Nelle gare precedenti all’Europeo non ho visto squadre dominanti, mentre i nostri avevano già trasmesso sensazioni positive. Siamo forti e giochiamo bene. Personalmente non ho visto altre grandi Nazionali: Francia, Portogallo, Olanda, Germania e Belgio sono uscite, ad esempio”.

Esultanza Bonucci e Chiellini (Italia) @Image Sport
Esultanza Bonucci e Chiellini (Italia) @Image Sport

Bastian Schweinsteiger ha incoronato la coppia composta da Bonucci e Chiellini come la più forte al mondo. Da ex difensore della Nazionale sei d’accordo?

“Da quello che ho visto fino ad ora certamente, non ho dubbi: sono i migliori, non vedo altre grandi difese. La Francia ha dimostrato fragilità subendo due goal in dieci minuti con la Svizzera, mentre il Belgio ad esempio ha tre centrali, anche loro di una certa età, ma non hanno l’esperienza di Chiellini e Bonucci”.

Sullo stesso argomento
Dopo Insigne, anche Bonucci sulla Treccani: nasce la Bonucciata

La forza dell’Italia, così come nel 1982, è la compattezza del gruppo. Noti delle similitudini tra la Nazionale di Bearzot e quella di Mancini?

“La capacità dell’allenatore, in questo caso Mancini, a mantenere motivato il gruppo, inoltre interagisce spesso con i giocatori. Anche Bearzot faceva così, magari meno con i giornalisti o persone esterne ma con noi parlava molto, era sempre vicino. Mancini è riuscito in questo, ha capito come fare. Da giovanissimo è stato convocato in Nazionale proprio da Bearzot, penso abbia imparato molto anche da lui oltre che dalle esperienze passate”.

Roberto Mancini, Ct della Nazionale italiana di calcio @Image Sport
Roberto Mancini, Ct della Nazionale italiana di calcio @Image Sport

Nel corso della tua carriera hai giocato partite estremamente importanti, vincendo il mondiale. Quale consiglio daresti agli Azzurri in vista della finale?

Non devo dare consigli, sono giocatori giovani ma molto maturi. Oggi a 22 anni ti interfacci con dirigenti, procuratori, e rispetto ai miei tempi qualcosa è cambiato. Sono più maturi e non hanno bisogno di suggerimenti, devono solo riuscire a non farsi sopraffare dalle emozioni. Giocare una finale in mondo visione ti dà empatia, emozione, ma non credo sia il caso dei nostri Azzurri”.

Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *