Menu

Rolando Maran e Claudio Ranieri, allenatori di Genoa e Sampdoria

Coppa Italia, domani Sampdoria-Genoa: in palio gli ottavi di finale contro la Juventus

Le due formazioni scenderanno in campo giovedì 26 novembre alle 17:00. Sarà la tredicesima stracittadina in Coppa Italia, i precedenti sorridono ai blucerchiati, che hanno avuto la meglio sui grifoni in dieci partite sulle dodici fin qui disputate. 6 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte il bilancio. L’ultimo derby di Coppa Italia si era giocato il 3 settembre 2002, terminato 1-2 in favore della Sampdoria. L’ultimo scontro tra le due squadre si è giocato in campionato il 1° novembre ed è terminato con il risultato di 1-1. Il derby di domani vale non solo i tre punti, ma in palio c’è molto di più. Chi vince va avanti, agli ottavi di finale e ad attenderli ci sarà la Juventus.

Una partita da dentro o fuori, quindi, che aumenta il fascino di un derby già di se molto sentito, anche se, come ricorda Maran in conferenza stampa, l’assenza del pubblico in gare del genere fa ancora più rumore: “E’ ovvio che con i tifosi sarebbe tutta un’altra partita, i tifosi sono il carburante per gare come queste e non è la stessa cosa giocare una sfida così senza il pubblico. Questa partita è speciale per l’attaccamento alla maglia e ai colori rossoblù della nostra gente, per la sofferenza o la gioia che il tifoso può provare in una partita del genere, per l’attesa che c’è. Tutto questo trasmette un’adrenalina diversa rispetto a tutte le altre partite”.

Fabio Quagliarella, attaccante della Sampdoria
Fabio Quagliarella, attaccante della Sampdoria

Sampdoria-Genoa, statistiche e probabili titolari

Tra campionato e gli impegni di Coppa Italia le squadre sono chiamate ad un tour de force. Non cerca alibi mister Maran, e lo chiarisce all’interno della conferenza stampa della vigilia e chiede ai suoi ragazzi il massimo e ancora di più rispetto alle ultime gare: “Dobbiamo pensare ad andare più forte e a far parlare i fatti. In questo momento siamo raccogliendo meno di quello che meritiamo, soprattutto nell’ultima gara è andata così (sconfitta per 1-0 a Udine), ma adesso dobbiamo svoltare e metterci sulla giusta carreggiata per riprendere il nostro cammino come vogliamo”. Primo derby da dentro o fuori per Claudio Ranieri, che durante la conferenza stampa della vigilia dice: “Mai mi era capitato di vivere un Derby in gara secca. E sarà una grande emozione. O vinci, oppure vai a casa”. Emozioni forti anche per un allenatore che è abituato alle grandi sfide e capace di autentici miracoli, come la vittoria della Premier League con il Leicester. “L’ultima nostra sconfitta – ha proseguito l’allenatore blucerchiato – ha lasciato un po’ di amaro in bocca, anche se il Bologna ha meritato il risultato. Una buona squadra. A volte nel calcio ci sono episodi che ti condannano, e possono farti stare in alto o in basso. Loro hanno trovato un attaccante forte come Scamacca che porta gol e punti”.

Claudio Ranieri che dovrà rimaneggiare molto la formazione, dovrà infatti fare a meno, molto probabilmente, di Fabio Quagliarella, fuori per un affaticamento e di Colley, problemi intestinali per lui. Tornano a disposizione, invece, Tonelli e Augello in difesa. In attacco, orfano anche di Keita, possibile l’impiego dal primo minuto della coppia La Gumina-Verre. C’è da registrare il miglioramento di Manolo Gabbiadini, fuori per infortunio da inizio stagione, ma che rimarrà fuori per evitare ricadute. Il tecnico Maran farà affidamento invece sul centravanti di proprietà del Sassuolo, Scamacca. Punterà su di lui anche domani l’allenatore dei grifoni, che ritrova a disposizione anche Pjaca. Probabile inizio dalla panchina per l’ex Juve, al rientro da un infortunio. Torna a disposizione in mediana, Rovella, mentre si fermano in difesa Biraschi e Criscito. Fra i pali ci sarà Marchetti. Fuori per squalifica e per infortunio Mattia Perin che nell’azione che ha portato all’espulsione in campionato, si è procurato anche una lesione di primo grado del bicipite femorale sinistro. Non è la prima partita secca per il coach genoano che già ai tempi del Chievo aveva disputato un derby di Coppa Italia e perdendo ai rigori. Le squadre dunque arriveranno alla sfida con molti infortuni da gestire e consapevoli di non attraversare un periodo di forma particolarmente positivo. Il Genoa ha conquistato 1 solo punto nelle ultime 4 partite ufficiali, 1-1 proprio contro la Samp, e che si trova in piena lotta retrocessione, lontano solo 2 punti dal Crotone, fanalino di coda. Blucerchiati che in campionato stanno vivendo una situazione un po’ più tranquilla dei cugini genoani, anche se nelle ultime 3 partite hanno ottenuto 2 sconfitte ed 1 pareggio. Un derby da vivere, che sicuramente regalerà fortissime emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

Back to Top

Ad Blocker Rilevato!

Il nostro è un giornale gratuito ed offriamo informazione regolarmente tutti i giorni senza richiedere alcun abbonamento. Le nostre uniche fonti di guadagno provengono dalle campagne pubblicitarie presenti sulle pagine del nostro portale. Per continuare a sfogliare le nostre pagine disattiva Ad Blocker per permetterci di continuare a coltivare le nostre passioni. Grazie mille e continua a leggere le pagine di Footballnews24.it

How to disable? Refresh

Add to Collection

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.