Coppa Italia, la Cremonese sfida la Fiorentina: sarà big match tra Inter e Juventus

Definite le quattro squadre semifinaliste della Coppa Italia: la Cremonese sfida sogno alla Fiorentina, big match tra Inter e Juventus

Benedetta Seghetti
8 Min di lettura

SEGUICI SUI SOCIAL

Bottino dimezzato. Erano rimaste in otto a contendersi il trofeo della Coppa Italia, ma ora sono solo in quattro. Si aprono le porte delle semifinali del torneo, che, come ogni anno, ha dato vita a qualche sorpresa. Su tutti, si fa notare la presenza della Cremonese tra le rose rimaste: nonostante l’ultimo posto in campionato, la squadra di Ballardini non ha mollato la presa.

Dall’altra parte restano tre big, l’Inter, la Juventus e la Fiorentina, che è riuscita a qualificarsi eliminando il Torino, che a sua volta aveva escluso il Milan dalla competizione. Per vedere le semifinali di Coppa Italia, però, si dovrà attendere, poiché gli scontri andata e ritorno tra le quattro squadre rimaste prenderanno vita soltanto ad aprile.

Il rigore di Dessers in Roma-Cremonese di Coppa Italia - @livephotosport
Il rigore di Dessers in Roma-Cremonese di Coppa Italia – @livephotosport

Coppa Italia, confronto a sorpresa tra Cremonese Fiorentina

La Cremonese

Di certo nei pronostici sulle fasi finali della Coppa Italia, in pochi, o forse nessuno, avrebbero scommesso su queste due semifinaliste. Ma se la Fiorentina può non rappresentare una grande sorpresa, lo è sicuramente la Cremonese.

Questo torneo è l’unico dove il gioco molto efficace dei lombardi abbia davvero funzionato: nonostante delle ottime prestazioni dimostrate anche in campionato, la Serie A si sta dimostrando più ostica per i neopromossi, che non sfigurano in campo, ma non riescono a vincere, occupando dunque l’ultima mattonella della classifica con soli otto punti.

Il percorso in Coppa Italia è stato, invece, molto più esaltante e ora la rosa di Cremona può davvero sognare in grande. Un cammino partito da lontano, dal primo turno giocato l’8 agosto contro la Ternana e vinto per 3-2; poi ancora una squadra di Serie B, questa volta il Modena che si rivela più complicato da battere.

Leonardo Sernicola (Cremonese) - @livephotosport
Leonardo Sernicola (Cremonese) – @livephotosport

La squadra di Alvini (oggi esonerato e sostituito da Ballardini), va sopra di due reti, ma si fa rimontare dagli emiliani con due gol segnati rispettivamente all’89’ e al 90′. I supplementari sono inevitabili, ma la doppietta di Sernicola indirizza perfettamente i grigiorossi verso gli ottavi di finale, dove l’avversario sembra decisamente proibitivo.

La Cremonese si presenta da outsider sul campo del Napoli e il destino della partita appare già scritto, ma la prima sorpresa è dietro l’angolo: i lombardi tengono testa alla capolista e la condannano ai rigori. Altro turno, altra big, questa volta la Roma: dopo 49’di gioco i ragazzi di Ballardini sono sopra di due reti e si portano a casa anche la semifinale dove, a questo punto, sognare non è vietato.

Esultanza Cremonese @livephotosport
Esultanza Cremonese @livephotosport

La Fiorentina

Il percorso della Fiorentina in Coppa Italia è iniziato molto più tardi rispetto alla sua prossima avversaria in semifinale. La Viola ha esordito direttamente agli ottavi, dove ha trovato la Sampdoria reduce da un estenuante secondo turno giocato contro l’Ascoli e vinto solo ai rigori, dopo aver riacciuffato il pareggio nei minuti finali del tempo supplementare.

Un match non troppo entusiasmante, che ha visto la gioia di un’unica rete nei 90′, quella di Antonin Barak, che di sinistro al 25′ ha messo la sfera alle spalle di Nikita Contini. Storia diversa ai quarti di finale, dove gli uomini guidati da Vincenzo Italiano hanno fronteggiato il Torino di Ivan Juric. Sul piano del gioco i toscani non mollano un centimetro rispetto ai granata, che si scuoto solo dopo la rete di Luca Jovic al 65′.

Luka Jovic - @livephotosport
Luka Jovic – @livephotosport

L’arrembaggio finale dei piemontesi comporta il gol al 93′ di Yann Karamoh, che per qualche minuto riaccende le speranze del Torino, tuttavia eliminato. La Fiorentina conquista dunque una semifinale di Coppa Italia per il secondo anno di fila.

Coppa Italia, si prepara il big match tra Inter e Juventus

L’Inter

Campione in carica, l’Inter vuole bissare anche questo torneo, dopo aver vinto nuovamente la Supercoppa, conquistata anche lo scorso anno, proprio contro la Juventus. Gli uomini di Simone Inzaghi stanno ritrovando lentamente la forma, ma arrivare in semifinale non è stato semplice.

Gianluigi Buffon, Inter-Parma
Gianluigi Buffon, Inter-Parma – @livephotosport

Agli ottavi di finale, giocati nella cornice dello stadio Giuseppe Meazza, l’undici meneghino ha affrontato il Parma di Gianluigi Buffon, che è tornato a calcare il campo di San Siro dopo lungo tempo. I crociati hanno fornito una grande prestazione che ha messo in difficoltà i nerazzurri.

Dopo essere passati in svantaggio al 38′, i milanesi riescono a riagganciare i gialloblù solo all’88’ grazie alla rete del suo numero 10, Lautaro Martinez, portandosi fino ai tempi supplementari, dove a condannare il Parma è stato Francesco Acerbi. Tutt’altra dinamica quella contro l’Atalanta, che ha visto l’Inter dominare sul piano del gioco.

Matteo Darmian (Inter) - @livephotosport
Matteo Darmian (Inter) – @livephotosport

Dopo la finale nella scorsa edizione, i nerazzurri replicano la sfida alla Juventus, ma questa volta lo scontro sarà in due fasi, andata e ritorno, per determinare chi delle due rose riuscirà a replicare quanto fatto lo scorso anno.

La Juventus

L’ultima squadra a qualificarsi per le semifinali è stata la Juventus, che è riuscita a eliminare dalla Coppa Italia la Lazio. L’aria che si respira in casa della Vecchia Signora non è facile, dopo la sconfitta contro il Monza e i quindici punti di penalizzazione, l’unica soluzione per questi quarti di finale era vincere. E così è stato, seppur di misura.

Bremer - @livephotosport
Bremer – @livephotosport

Un percorso lineare quello dei bianconeri che hanno esordito in Coppa Italia il 19 gennaio, proprio contro i brianzoli, superati grazie alla rete di Federico Chiesa su assist di Alex Sandro. Quello del figlio d’arte è stato il gol del 2-1 arrivato al 78′, dopo quello di Moise Kean che ha aperto i giochi all’8′ e il pareggio di Mattia Valoti al 24′.

Ultimo step prima di centrare la semifinale di questa competizione è stata la Lazio di Maurizio Sarri, battuta all’Allianz Stadium. A regalare la vittoria alla Vecchia Signora è stato Gleison Bremer, che con un colpo di testa sullo scadere del primo tempo ha superato l’ultima difesa laziale rappresentata da Maximiano.

Condividi questo articolo