Champions League: massima competizione europea per club
in

Corsa Champions e corsa salvezza: situazione a specchio

Champions e corsa salvezza, è bagarre: situazioni simili ma protagonisti differenti, si prospetta un arrivo in volata sia per i piazzamenti europei, sia nella lotta per non retrocedere

Scudetto all’Inter, poi sarà volata

Il campionato italiano di Serie A si avvia verso la conclusione. A cinque giornate dalla fine l’Inter è ormai ad un passo dal laurearsi Campione d’Italia, la squadra di Antonio Conte potrebbe festeggiare il titolo già nel weekend, basterà battere il Crotone e sperare che l’Atalanta non faccia altrettanto contro il Sassuolo. In caso contrario bisognerà aspettare la prossima settimana.

Nerazzurri sicuri del titolo e di un posto Champions, lo stesso invece non si può dire per Juventus, Napoli, Milan, Atalanta e Lazio che si giocano l’ingresso alla principale manifestazione continentale per club. Tre posti per cinque squadre, due dovranno accontentarsi dell’Europa minore o nel peggiore dei casi della Conference League come la Roma, attualmente al 7° posto ma in corsa per rientrare in quella dei Grandi attraverso l’Europa League.

Bagarre per i piazzamenti europei, bagarre nella lotta salvezza. Una situazione a specchio visto che Atalanta e Spezia al momento sarebbero le principali favorite per i rispettivi obiettivi, con due punti di vantaggio sulle rispettive inseguitrici: la Dea a quota 68 punti, precede Napoli, Juventus e Milan a 66, mentre la compagine ligure di Italiano con 33 punti precede in classifica Torino, Cagliari e Benevento appaiate a 31 punti, anche se i granata hanno una gara a meno.

Corsa Champions: Napoli e Atalanta favorite

L’ultimo turno di campionato ha reso ancora più entusiasmante la volata Champions. A cinque giornate dal traguardo iniziano anche a delinearsi le principali favorite per un posto nell‘Europa che conta. L’Atalanta, dopo il pari contro la Roma, è riuscita a sorpassare ugualmente il Milan, grazie al rotondo 5-0 rifilato al Bologna e alla contemporanea sconfitta dei rossoneri contro la Lazio. La Dea è la candidata numero uno per qualità, forma fisica e calendario: l’unico scoglio per la squadra di Gasperini è rappresentato proprio dal Milan che affronterà all’ultima giornata, anche se difficilmente la formazione di Pioli riuscirà a ribaltare il 3-0 dell’andata.

Esultanza Atalanta @imagephotoagency
Esultanza Atalanta @imagephotoagency

In pole anche il Napoli che con i recuperi di Mertens, Lozano e Osimhen, ha finalmente ritrovato la quadra, ed è tornato a dar spettacolo come nella prima parte di stagione. Nell’ultimo scontro diretto si è sbarazzato senza troppi patemi della Lazio e ora dovrà solamente evitare eventuali passi falsi contro le medio-piccole della classifica.

Rischiano grosso invece Milan e Juventus, con la Lazio pronta ad approfittarne. I bianconeri hanno un calendario favorevole rispetto ai rossoneri, che ospiteranno all’Allianz Stadium la prossima settimana, ma i diversi punti persi in stagione contro squadre sulla carta nettamente inferiori preoccupano particolarmente Andrea Pirlo che potrebbe abbandonare la nave in caso di mancata qualificazione in Champions. Momento critico anche per la formazione di Pioli, reduce da due sconfitte di fila, ultima incassata proprio contro la Lazio. La truppa di Simone Inzaghi è stata protagonista fin qui di una grande rimonta e anche in caso di Europa League sarebbe un successo per il tecnico piacentino che conquisterebbe la quinta qualificazione europea sulla panchina biancoceleste.

Lotta salvezza, Parma e Crotone in B: il Benevento ora rischia

A Parma e Crotone manca solo l’aritmetica, nelle prossime giornate si deciderà chi tra Torino, Cagliari, Spezia, Fiorentina e Genoa farà compagnia ai ducali e ai calabresi in Serie B. Obiettivo quasi raggiunto per Udinese e Bologna, stesso discorso anche per il Grifone vittorioso nel derby salvezza contro lo Spezia. I liguri dovranno difendere i due punti di vantaggio sulle inseguitrici da qui al termine del campionato, così come la Fiorentina protagonista dell’ennesima stagione al di sotto delle aspettative.

Filippo Inzaghi (Benevento) @Image Sport
Filippo Inzaghi (Benevento) @Image Sport

Si rilancia il Cagliari che contro la Roma ha conquistato la terza vittoria di fila ed ha agganciato il Benevento a quota 31 punti e il Torino, sconfitto 2-0 dal Napoli. I granata sotto la gestione di Davide Nicola sono riusciti ad invertire la rotta e non dovrebbero avere problemi ad archiviare il discorso. Preoccupa invece la situazione della squadra campana, reduce da tre sconfitte e due pareggi nell’ultimo mese, la vittoria contro la Juventus ha illuso la compagine di Filippo Inzaghi che dovrà assolutamente reagire per evitare una retrocessione impensabile fino a qualche settimana fa. Proibitive le trasferte di Milano e Bergamo contro Milan e Atalanta, assolutamente abbordabili le sfide contro Cagliari, Crotone e Torino: la salvezza passa dagli scontri diretti, il Benevento dovrà vincere e sperare.