in

Covid, intervento di Mattarella all’Anci: “Ci si renda conto della gravità della situazione”

Il Presidente della Repubblica Mattarella
Il Presidente della Repubblica Mattarella

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è intervenuto in videoconferenza alla sessione di apertura della trentasettesima assemblea annuale dell’associazione nazionale dei comuni italiani (Anci). Il Capo dello stato ha voluto rimarcare il difficile momento che sta attraversando il paese, in preda alla seconda ondata del Covid-19: “Anche le modalità di questa assemblea sono un segno dei tempi impervi che stiamo vivendo, ma esprimono anche la volontà di andare avanti e sconfiggere il virus. Non dobbiamo incorrere in polemiche scomposte, ma dobbiamo porre delle osservazioni critiche costruttive.

Dobbiamo rimanere coesi e questo è uno dei principali compiti delle istituzioni democratiche. Il virus, come abbiamo imparato in questi mesi, tende a dividerci. Crea fratture tra le fasce più o meno colpite dal Covid-19, tra le diverse categorie sociali e anche fra le diverse istituzioni che cercano di operare per ridurre i contagi. Il pluralismo delle istituzioni della repubblica italiana deve generare energie positive“.

Coronavirus, Mattarella: "Supereremo insieme questo momento"
Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica

Mattarella: “Nessuno deve pensare…”

Il presidente ribadisce poi la gravità della pandemia: “Nessuno deve pensare “a me non succederà”. Il virus colpisce chiunque e quelli che hanno provato a ragionare in tal modo, purtroppo, sono stati colpiti dal Covid-19. Abbiamo dovuto piangere la morte di persone di ogni età, anche i più giovani. Per questo desidero rivolgere, anche attraverso i sindaci, un appello ai nostri cittadini affinché si rendano conto della gravità della situazione che stiamo vivendo. Questi giorni i sindaci potranno ricorrere al potere sindacale prevedendo previsioni più stringenti legate alle situazioni dei propri territori. Per salvaguarda la salute, un diritto fondamentale, bisogna che vengano assunte le misure necessarie. Le difficoltà hanno creato incomprensioni anche tra i livelli di governo, ma la leale collaborazione deve rimanere la direttrice delle azioni di tutte le istituzioni. La cooperazione e l’assunzione delle responsabilità genera maggiore fiducia nei cittadini i quali sanno che per vincere il virus serve la coesione e non la divisione“.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Vota Articolo

412 points
Upvote Downvote
Gosens, terzino dell'Atalanta

Atalanta, Gosens non basta: servono rinforzi sulle fasce

Sandro Tonali, nuovo centrocampista del Milan @imagephotoagency

Spezia, Pobega rivela: “Tifavo Juventus, ora voglio il Milan”