in

Covid, Pelé si vaccina: “La pandemia non è finita”

Messaggio di speranza da parte di Pelé, che affida ai suoi social la gioia per aver finalmente ricevuto il vaccino

Pelé compie 80 anni
Pelé compie 80 anni

Il Covid è ancora presente nelle nostre vite, che ha mutato da ormai un anno e limitato in tutti gli aspetti della socialità. Il virus non fa distinzione, ma combatterlo è possibile e a lanciare un messaggio di speranza ci pensa un calciatore conosciuto in tutto il mondo, il brasiliano Pelé. O Rei ha ricevuto la prima dose del vaccino in mattinata ed ha postato su Instagram tutta la sua gioia. Invitando, contemporaneamente, alla prudenza: “Oggi è un giorno indimenticabile: ho ricevuto il vaccino! La pandemia non è ancora finita. Dobbiamo seguire le regole per preservare la vita, molte persone non sono ancora state immunizzate. Si prega di lavarsi accuratamente le mani e di restare a casa, se possibile. Quando uscite, non dimenticare di indossare una mascherina e mantenete la distanza sociale. Passerà anche questa, se penseremo al prossimo e ci aiuteremo a vicenda”.

Covid, Pelé si vaccina: "La pandemia non è finita"
Pelè, ex giocatore del Santos e della Nazionale brasiliana

Una carriera da record

Pelé era indicato come soggetto a rischio, visti i suoi ottant’anni d’età. Una carriera leggendaria, in cui ha scritto la storia con la maglia del Santos e della Nazionale brasiliana. Dal gol all’Italia in finale di Messico ’70 all’eterno dualismo con Maradona, Pelé ha trovato anche il tempo per centrare il record come miglior marcatore della storia del calcio con 767 reti. Primato che nella serata di ieri è stato eguagliato da Cristiano Ronaldo.

Cristiano Ronaldo, attaccante della Juventus @imagephotoagency

Juventus, Ronaldo: altro record ma il bilancio soffre

Federico Bernardeschi, centrocampista della Juventus @imagephotoagency

Quando la Juve si sveglia