Crotone, Stroppa e quel precedente: con la Juventus si cerca l’impresa

Crotone, Stroppa prudente: “Sono pieni di campioni”

Zero punti nelle prime tre gare in Serie A ed ultimo posto in classifica con 2 gol fatti e 10 subiti. I numeri condannano il Crotone alla vigilia della sfida con la Juventus, corazzata che domina il campionato da 9 anni a questa parte. Tuttavia, il tecnico Giovanni Stroppa e l’ambiente intero sognano l’impresa ai danni di Pirlo, al suo primo anno come allenatore e dunque al suo primo confronto ufficiale con ogni singolo collega.

Nonostante gli Squali credano di poter fare risultato, Stroppa in conferenza stampa ha invitato a restare con i piedi ben ancorati a terra: “Noi siamo in crescita ma la loro formazione fa rabbrividire. Non avranno Ronaldo, ma sono pieni di campioni”. La vigilia e le dichiarazioni di casa Crotone somigliano a quelle della stagione 2017/18, precedente che fa sorridere i rossoblu e tremare i tifosi bianconeri.

Crotone, classico testacoda? Quel precedente firmato Simy…

Crotone-Juventus si presenta come il classico testacoda, insidioso per la capolista e ricco di speranza per chi invece non ha nulla da perdere. L’ultimo precedente in Serie A tra le due formazioni risale all’aprile del 2018, quando la gara terminò sul risultato di uno a uno. Marcatori della serata Alex Sandro per la squadra allora allenata da Allegri Simy, ancora in forza al Crotone, che pareggiò con una sensazionale rovesciata.

Trasferta insidiosa, dunque, per la Juventus, che non vince lontano dalle mura amiche dal giugno scorso. Un dato curioso, che rinforza ancor di più le ambizioni del Crotone di Stroppa, il quale intanto aspetta una risposta dai nuovi arrivati“Sono bravi, ma si stanno ancora ambientando nel migliore dei modi. Per fortuna, anche se sono stranieri, riusciamo a comunicare bene”. E l’intera piazza si augura di comunicare al campionato un risultato inaspettato: Crotone-Juventus sembra una gara scontata, ma resta comunque tutta da giocare.