in

Cutrone: “Un giovane deve giocare. Under 21? Lì sentivo fiducia”

Patrick Cutrone traccia un bilancio sugli ultimi anni della sua carriera, che lo ha visto in difficoltà con le maglie di vari club europei e in grande spolvero con quella dell’Italia Under 21

Esultanza Italia Under 21
Esultanza Italia Under 21

Una carriera altalenante ancora in rampa di lancio. Questo il quadro di Patrick Cutroneclasse ’98 attualmente in forza all’Empoli, che ai microfoni de La Gazzetta dello Sport traccia un primo bilancio su questi primi anni di carriera: “Devo dire che sono stati due anni così così, che però probabilmente facevano parte del mio percorso di formazione. Però soprattutto, c’è il fatto che un ragazzo giovane deve giocare, deve poter mostrare le proprie qualità. Io non ho avuto la continuità di cui un attaccante ha bisogno. Ti capita di giocare due-tre partite poi basta. E in certi casi è mancata anche la fiducia. I gol in Under 21? In azzurro l’ho avuta quella fiducia. Mi sono sentito parte del gruppo e del progetto, è molto importante per un giocatore. Lì giocavo e segnavo”.