Delusione Italia @Image Sport
in

Da Frattesi a Pobega: Italia che delusione, ma quanti talenti!

Il Portogallo infrange i sogni di semifinale dell’Italia Under 21 di Paolo Nicolato che abbandona l’Europeo di categoria a testa alta. Da Frattesi a Pobega passando per Raspadori sono diverse però le note positive per il Ct azzurro

La colonia della Serie A

In virtù della sconfitta per 5-3 ai tempi supplementari l’Italia Under 21 abbandona anzitempo l’Europeo di categoria contro un Portogallo che si è dimostrato più pronto e abituato a giocare determinate partite. Per tale motivo continua a tener banco il dibattito sulla poca fiducia che i club italiani ripongono nei giovani azzurrini, nonostante nella notte di Lubiana siano balzate agli onori della cronaca le prestazioni di Raspadori, Frattesi e Pobega.

Non bisogna però fare di tutta l’erba un fascio, nell’ultima stagione infatti sono diversi i calciatori che sono riusciti a mettersi in mostra in Serie A. E’ il caso di Gianluca Scamacca che ha avuto molto spazio nel Genoa di Ballardini, dimostrando di essere un attaccante affidabile con la possibilità di diventare un punto di riferimento in futuro per la Nazionale.

Oltre al bomber ligure, anche se con un minutaggio più moderato, hanno giocato nel massimo campionato italiano, i vari Rovella (Genoa), Raspadori (Sassuolo), Pobega (Spezia), Lovato (Hellas Verona), Zappa (Cagliari), e Maggiore (Spezia). Discorso differente per Carnesecchi, che ha ricoperto il ruolo di terzo portiere all’Atalanta. Se a questi ragazzi venisse data la fiducia e la possibilità di sbagliare che meriterebbero, potremmo sognare un futuro eccezionale per l’Italia. Purtroppo la nostra cultura calcistica non ci permette di guardare oltre e investire sui gioielli dei nostri vivai.

Tommaso Pobega, centrocampista dello Spezia e della Nazionale Under 21 @Image Sport
Tommaso Pobega, centrocampista dello Spezia e della Nazionale Under 21 @Image Sport

Da Frattesi a Raspadori: ora il salto di qualità

Chi invece è riuscito a mettersi in evidenza contro il Portogallo, nonostante il risultato abbia premiato i lusitani, sono Frattesi, Pobega e Raspadori. Il primo dopo una stagione in Serie B con il Monza ha tutte le carte in regola per fare il salto di qualità e diventare titolare in una squadra di Serie A, Il problema però è la mancanza di fiducia di squadre importanti nei confronti dei giocatori giovani, un discorso che ad esempio ha penalizzato la crescita di Pobega.

Il centrocampista cresciuto nelle giovanili del Milan è stato mandato in prestito allo Spezia dove ha dimostrato di che pasta fosse fatto, ma al momento la dirigenza rossonera non avrebbe ancora deciso se riscattarlo o meno, motivo per cui non sarebbe da escludere un nuovo prestito nella prossima stagione.

Da decifrare anche il futuro di Raspadori che ha già dato prova delle proprie movenze nel Sassuolo di De Zerbi. Una sconfitta dunque che lascia l’amaro in bocca per quello che sarebbe potuto essere e invece non è stato, ma che consegna all’Italia tre gioiellini su cui programmare il futuro.