in

Da Lilian a Marcus, la storia continua: un altro Thuram in Nazionale

Marcus Thuram, attaccante del Borussia Monchengladbach
Marcus Thuram, attaccante del Borussia Monchengladbach

Dodici anni fa Lilian annunciava il suo addio alla nazionale francese, dodici anni dopo suo figlio Marcus, si appresta a fare il suo esordio con Les Blues. Ovviamente la famiglia in questione è quella dei Thuram che si aggiungono alla lunga lista delle tradizioni padre-figlio con un trascorso nelle nazionali maggiori. Tra le più famose si ricordano: i Maldini, Laudrup, Mazzola, Schmeichel, Blind e i più attuali Chiesa e Haaland.

Attualmente ambasciatore dell’Unicef, Lilian si batte per la difesa dei diritti contro disuguaglianze e razzismo. Anche fuori dal campo, quindi, ha scelto lo stesso ruolo che nel rettangolo di gioco lo ha reso uno dei più eleganti e più completi difensori di tutti i tempi.  Marcus, invece, pur crescendo sotto gli insegnamenti di suo padre, nel calcio non ha mai pensato di giocare in difesa. Di lui ha inevitabilmente parlato in conferenza stampa il CT transalpino Deschamps, spiegando i motivi della sua scelta a L’Equipe: “Seguo Marcus da diverso tempo. Aveva già mostrato qualcosa di importante con il Guingamp, ma in Germania, in un campionato di livello superiore, si sta confermando. E’ un profilo molto interessante, ha velocità, forza fisica, senso del gol e nelle partite importanti si fa trovare pronto. Credo abbia ancora ampi margini di miglioramento”.

Lilian e Marcus Thuram, la leggenda continua in Nazionale
Lilian e Marcus Thuram, la leggenda continua in Nazionale

Cresciuto nelle giovanili del Sochaux, stesso club con il quale esordisce tra i professionisti in Ligue 2, Marcus passa al Guingamp dove calca per la prima volta il palcoscenico della massima competizione in patria prima di trasferirsi definitivamente nell’estate del 2019 al Borussia M’Gladbach, in Bundesliga. In lui hanno creduto i lungimiranti dirigenti tedeschi che per assicurarselo hanno sborsato una cifra che, se rapportata con quanto ha già fatto vedere in una stagione, basti pensare alla doppietta al Real Madrid in Champions League, rappresenterebbe un notevole affare e un’elevata plusvalenza per le casse del ’Gladbach.

Al di là del peso del cognome, il ragazzo ha la consapevolezza dei propri mezzi e la personalità giusta per continuare a stupire e lo ha dimostrato a suon di gol e assist, meritando la qualificazione in nazionale francese per l’amichevole contro la Finlandia e per le gare contro Portogallo e Svezia valide per la Nations League. Difficile che Marcus riesca a ricalcare la carriera di suo padre Lilian in Nazionale, ma la sensazione è che la cantera transalpina abbia sfornato un altro gioiellino da aggiungere a questa fantastica generazione.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Vota Articolo

676 points
Upvote Downvote
Roberto De Zerbi, allenatore del Sassuolo

Sassuolo-Udinese, streaming gratis: la Diretta LIVE Hesgoal

Tuchel, tecnico del PSG

Psg, Tuchel in bilico: Allegri in pole in caso di esonero