Daniele Paponi, ESCLUSIVA: “Voglio la Serie B con il Piacenza. Pronti per il Vicenza”

L'attaccante Daniele Paponi ha parlato ai nostri microfoni della prima stagione con la maglia del Piacenza, dei suoi obiettivi futuri e della prossima sfida contro il Vicenza

Daniele Paponi in Esclusiva: “Voglio la Serie B con il Piacenza”

Dopo aver trascinato la Juve Stabia in Serie B, Daniele Paponi, nel corso del mercato estivo, ha lasciato la società di Castellamare per approdare al Piacenza dove, dopo appena otto giornate, ha già segnato ben 8 goal. Proprio l’attaccante originario di Ancona ha voluto trattare diversi temi nel corso di un’intervista esclusiva rilasciata ai nostri microfoni.

Siete partiti con 4 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte, l’ultima contro la Sanbenedettese. Qual è il vostro vero obiettivo stagionale? “Dobbiamo pensare di partita in partita, passo dopo passo, senza correre con la fantasia, solo verso la fine vedremo dove possiamo arrivare. Nel corso della prossima giornata affronteremo il Vicenza e sarà importante fare bene, cercheremo di portare a casa i tre punti”.

Ci sono margini di miglioramento? “Assolutamente sì, commettiamo ancora diversi errori e prendiamo troppi goal su palla inattiva. Tramite il lavoro giornaliero possiamo migliorare ancora molto e fare un bellissimo campionato”.

Guardando la classifica marcatori di tutti i campionati professionistici, lei è quello che ha segnato di più con ben 8 goal nelle prime 8 gare. Si può dire che la sua prima stagione a Piacenza sia iniziata nel migliore dei modi? “A livello personale sono molto contento per quello che sto facendo, ma ammetto che mi toglierei qualche goal in cambio di qualche punto in più. Ciò che importa è il risultato della squadra. Spero di riuscire segnare ancora molto per aiutare i miei compagni e fare sognare i nostri tifosi”.

Come si trova a Piacenza? “Mi sono trovato bene sin dal primo giorno, sia in città che con la squadra, sono contento di essere qui”.

Nel vostro girone, quali sono le favorite per la promozione diretta? “Credo Vicenza e Padova abbiano quel qualcosa in più rispetto alle altre squadre, soprattutto il Padova. Sono una squadra compatta, non prendono goal e vincono spesso. Il Vicenza anche, ha un organico importante e può mettere in difficoltà chiunque”.

E negli altri gironi chi vede favorito? “Il Girone A sono convinto che verrà vinto dal Monza a mani basse, non vedo squadre al loro livello. Nel Girone C invece la situazione è diversa, ci sono diverse compagini che possono puntare alla vetta, vedo però la Ternana come favorita”.

Quali sono i punti di forza del Vicenza, il vostro prossimo avversario? “Come detto in precedenza sappiamo che hanno un organico importante, cercheremo di metterli in difficoltà. Penso che se scenderemo in campo con la giusta attenzione, limando i difetti che ci accompagnano da inizio campionato, potremmo fare una buona gara”.

Il Vicenza, insieme al Padova, ha attualmente la migliore difesa del campionato con appena 3 goal subiti, riuscirà a segnare anche contro di loro? “Io ci provo, sono lì per quello, ma se segna un mio compagno e vinciamo la partita sono comunque contento. Speriamo di poter abbattere questa grande difesa”.

Come state vivendo quanto sta accadendo all’interno della società, con le dimissioni del Presidente poi però respinte dal consiglio di amministrazione? “Ciò che interessa a noi è quanto accade in campo, le cose che stanno fuori ci toccano relativamente. Dobbiamo pensare a noi, a come preparare la prossima gara e a tutto ciò che ci compete, a ciò che succede fuori da quel rettangolo verde ci penserà chi di dovere”.

Ha qualche obiettivo personale per il futuro? “Il mio obiettivo è fare un grandissimo campionato con il Piacenza, voglio coronare il sogno che ho già realizzato lo scorso anno (promozione con la Juve Stabia ndr), cercando di andare in Serie B con il Piacenza. Per un futuro lontano invece non ho ancora idee, vedremo cosa accadrà”.

Pensa che la situazione in Serie C sia migliorata rispetto ai diversi problemi che hanno caratterizzato la categoria lo scorso anno? “Ci sono stati diversi problemi nel corso della passata stagione, ciò che conta è che al momento la situazione sembra essere molto migliorata, qualcosa dunque è stato risolto. L’importante è riuscire ad andare avanti, continuando a lavorare per far sì che determinate cose non accadano più”.

TI POTREBBE INTERESSARE

Roma, Fonseca fa un passo indietro: Borja Mayoral non incide

Una Roma bruttina pareggia in casa contro il CSKA Sofia, nella seconda giornata di Europa League, e fallisce una ghiotta opportunità di allungare in classifica su Cluj e Young...