in

Denis Godeas in ESCLUSIVA: “Superlega aberrante, cancella la meritocrazia”

L’ex attaccante di Triestina e Palermo, Denis Godeas, ha parlato ai nostri microfoni della proposta Superlega, argomento divisorio e di assoluta attualità nel mondo del calcio. Lo ha fatto esprimendo tutto il suo disappunto, con un focus particolare sull’esempio Atalanta

Denis Godeas, miglior marcatore della storia della Triestina
Denis Godeas, miglior marcatore della storia della Triestina

L’ex attaccante tra le altre di Triestina e Palermo, Denis Godeas, è intervenuto ai microfoni di FootballNews24 in esclusiva. Tema centrale, ovviamente, la Superlega che sta tenendo banco in queste ore, la nuova competizione ideata da 12 top club. L’Italia verrebbe rappresentata da Inter, Juventus e Milan, tagliando fuori qualsiasi altra realtà dalla possibilità di competere con l’élite del calcio europeo. Godeas ha commentato così l’ideazione della Superlega: “La penso esattamente come Gary Neville: la Superlega è una cosa fuori dal mondo. Il calcio è già diventato business, ma così sarà la fine della passione. Penso che persone sane di mente e non implicate nei dodici club interessati pensino tutti la stessa cosa. È aberrante”.

Con uno sguardo ad una delle realtà più in vista della Serie A: Cancella la meritocrazia, ad esempio all’Atalanta verrebbe impedito di partecipare contro squadre storicamente più titolate. Nonostante lo abbia meritato sul campo. Mi auguro che finisca presto, anche se non sarà immediata e ci vorrà tempo per definirne le caratteristiche. Ma il solo fatto di averla proposta è sconcertante: sperano che si fermi tutto in tempo, per salvaguardare quel poco di romanticismo rimasto nel calcio”.

Bundesliga

Superlega, Bayern e Borussia si oppongono: caos in Germania

Mauro Bressan in ESCLUSIVA

Superlega, Mauro Bressan in ESCLUSIVA: “Il calcio è di tutti, la gente si stuferà”