in

Di Francesco-Verona, i motivi della separazione: tra sconfitte e malumori con Simeone

Eusebio Di Francesco chiude anzitempo la sua avventura sulla panchina del Verona. Dopo sole quattro partite, dunque, i motivi che hanno portato all’esonero sono da ricercare nelle brucianti sconfitte in campionato e nella cattiva gestione di Giovanni Simeone

Eusebio Di Francesco, allenatore del Verona @imagephotoagency
Eusebio Di Francesco, allenatore del Verona @imagephotoagency

È durata davvero poco l’esperienza di Eusebio Di Francesco all’Hellas Verona. L’allenatore abruzzese è infatti stato esonerato dal Verona dopo appena quattro partite, una di Coppa Italia e tre di Serie A, nelle quali i gialloblù hanno raccolto solamente una vittoria contro il più che modesto Catanzaro. Le ragioni dell’esonero sembrano perciò piuttosto evidenti; la mancanza di punti in campionato e la mediocrità del gioco espresso dai veronesi bastano da soli a giustificare la scelta della società, la quale però – secondo quanto riportato dal Corriere di Verona – rimprovera all’ormai ex tecnico una gestione non soddisfacente di Giovanni Simeone, attaccante di punta dell’Hellas che proprio Di Francesco ha deciso di lasciare in panchina durante la sfida tra il Verona e l’Inter del secondo turno di Serie A.