in

Diritti Tv, prosegue il sodalizio fra Champions League e Mediaset

Robert Lewandowski del Bayern Monaco
Robert Lewandowski, attaccante del Bayern Monaco (@imagephotoagency)

Il gruppo televisivo Mediaset si è aggiudicato i diritti in chiaro e in streaming pay per la Champions League dei prossimi 3 anni

Mediaset-Champions League, un rapporto sempre più solido

Mentre è ancora in corso la disputa per i diritti tv della Serie A del prossimo triennio (che vede in corsa DAZN e Sky) si è definitivamente chiusa quella per la Champions League dello stesso periodo: Mediaset ha ampliato la sua offerta per le prossime 3 edizioni della massima competizione acquisendo la possibilità di trasmettere in streaming pay 104 partite in diretta (in pratica tutti gli incontri salvo uno per turno) su una piattaforma ancora da definire (verosimilmente Infinity). I match saranno visibili quindi su tutti i device (smart tv, tablet, pc, cellulare). Il gruppo televisivo del Biscione inoltre, come già avviene attualmente, continuerà a trasmettere in chiaro sulle proprie reti generaliste una gara per turno. La stessa gara sarà visibile in streaming free.

Champions League, massima competizione europea per club
Champions League, massima competizione europea per club

Il rapporto fra Mediaset e la Champions League dura ormai da quasi 20 anni, con l’eccezione della stagione 2018-2019. Evidente la soddisfazione dell’amministratore delegato Piersilvio Berlusconi: “E’ una grande soddisfazione per una tv commerciale quotata in Borsa, nonostante la grandissima concorrenza, riuscire a offrire gratuitamente al pubblico italiano il calcio di grande qualità. Grazie all’investimento di Mediaset, i nostri telespettatori saranno tra i pochi in Europa a poter vedere in chiaro, sia in tv sia online, le migliori partite di Champions League. In più, dalla prossima stagione, chi lo desidera potrà anche estendere la visione ad altri 104 match di Champions League in streaming pay sulle piattaforme Mediaset”.

Champions League 2021-2024, dove sarà possibile vederla

Nel prossimo triennio quindi il pubblico televisivo italiano avrà diverse opzioni per seguire la massima competizione europea: nelle precedenti settimane infatti Amazon si era aggiudicata la possibilità di trasmettere in esclusiva in streaming pay tramite Prime Video 16 partite del mercoledì, l’emittente con sede a Rogoredo, che attualmente detiene i diritti di tutta la competizione, trasmetterà le restanti 121 sui propri canali satellitari. Rimane quindi ancora una volta fuori dai giochi la Rai.

Eusebio Di Francesco ( Cagliari)

Serie A, Cagliari-Torino vale la salvezza: chi si ferma è perduto

Roberto Baggio

“Non è più domenica”, ma non si dimentica: 54 anni di Divin Codino. Auguri Roberto Baggio