in

Donnarumma su Visin: “Era un ragazzo come me”

Donnarumma (Milan) @Image Sport
Donnarumma (Milan) @Image Sport

La morte di un giovane è sempre un pugno nello stomaco. Difficile comprenderla, difficile spiegarla, però bisogna conviverci. D’ora in poi, Gianluigi Donnarumma vivrà la sua vita senza Seid Visin, compagno di avventura di un sogno chiamato “calcio”. Il portiere del Milan ha voluto ricordarlo ai microfoni dell’Ansa: “L’ho conosciuto appena arrivato a Milano, vivevamo insieme in convitto – ha esordito -. Son passati alcuni anni, ma non posso e non voglio dimenticare quel suo sorriso incredibile. Era un amico, era un ragazzo come me“.

Sullo stesso argomento
Genoa, Sirigu: "Tanti i portieri italiani bravi, Donnarumma..."