in

Inter, con Eriksen, ancora problemi: “Gioco poco? Chiedete a Conte”

Eriksen centrocampista dell'Inter
Christian Eriksen, centrocampista dell'Inter

Continuano le frecciatine tra il centrocampista danese dell’Inter, Christian Eriksen e mister Antonio Conte che continuerebbero con l’ormai noto botta e risposta tipico di un rapporto ormai non congeniale instauratosi tra i due. Le ultime battute porterebbero la firma dell’ex centrocampista del Tottenham.

Di recente invitato ad un’intervista programmata dalla Federcalcio danese, è bastato un “Come mai giochi così poco con l’Inter?” per far sfogare il centrocampista nerazzurro che ha replicato successivamente: Chiamate Conte e chiedete a lui. Dovete chiamare l’allenatore e chiedere a lui, perché è una sua decisione. Nel calcio ci sono tanti alti e bassi, avere solo alti è per pochi. Sono diventato bravo a non pensare alle critiche, soprattutto ora che mi sono trasferito in Italia, qui tutti hanno un’opinione. Bisogna solo fidarsi di chi ti è vicino e ignorare il resto”.

Parole dure del centrocampista che fanno trasparire una certa pressione nei suoi confronti, un momento difficile che limita anche la qualità delle sue prestazioni, sicuramente inferiori alle aspettative che si hanno nei suoi confronti, visto l’infinito talento di cui può vantare il fantasista.

LEGGI ANCHE

Mentre i problemi con l’Inter aumentano e il minutaggio varia in maniera riduttiva, inizia ad alimentarsi qualche voce di mercato che porterebbero il centrocampista lontano dall’Italia; nelle ultime ore si sono fatti vivi i nomi del Paris Saint Germain di Tuchel e del Bayern Monaco di Flick, due top team europei che vorrebbero approfittare del pessimo rapporto tra il calciatore ed il tecnico per mettere a segno l’ennesimo grande acquisto. Leonardo è un grande estimatore del danese e non si escluderebbe un possibile tentativo per portarlo a Parigi già a partire da gennaio, mentre il Bayern Monaco finora ha dimostrato un tipo d’interesse più timido, probabilmente anche per la rosa più lunga rispetto a quella dei francesi che, di conseguenza, ne limiterebbe l’interesse effettivo.

Simone Inzaghi tecnico della Lazio

Torino-Lazio, Serie A: si avvicina il rinvio del match

Sassuolo

Sassuolo, tre nuovi positivi al Coronavirus