Nicola Amoruso, ex attaccante della Juventus

ESCLUSIVA Nicola Amoruso: “Juventus? A Pirlo serve tempo. Mi meraviglierei se…”

Intervenuto ai microfoni di Footballnews24, l’ex attaccante di Reggina, Torino, Juventus e Napoli, tra le tante, ha analizzato il pareggio tra i granata e i bianconeri nel Derby della Mole, soffermandosi sul futuro della squadra di Davide Nicola e su quello dell’attuale tecnico bianconero Andrea Pirlo

Amoruso: “Pirlo? Mi sarei sorpreso se fosse filato tutto liscio

La Juventus è attesa dal difficile impegno di campionato contro il Napoli, nel match valevole per il recupero della seconda giornata di Serie A, rinviato per ben due volte per problematiche legate al Covid-19. I bianconeri vivono il peggior momento degli ultimi nove anni, il mese di marzo sarebbe dovuto essere quello decisivo e invece, la formazione di Andrea Pirlo non solo è stata eliminata anzitempo dalla Champions League, ma è stata praticamente tagliata fuori dal discorso scudetto con tre mesi di anticipo.

SEGUI TUTTE LE ULTIME NOTIZIE DELLA JUVENTUS

Sul banco degli imputati è finito ovviamente l’allenatore, Pirlo avrebbe dovuto “farsi le ossa” sulla panchina dell’Under 23, far esperienza prima di guidare un top club. La società dunque non è esente da colpe perchè consapevole delle difficoltà a cui sarebbe potuto andare incontro l’ex centrocampista di Inter, Milan e della stessa Juventus. Sul delicato argomento si è espresso, ai nostri microfoni, l’ex attaccante bianconero, oltre che di Reggina e Torino Nicola Amoruso. Nick Dinamite ha analizzato il percorso fatto fin qui da Pirlo, soffermandosi anche sul recente Derby della Mole.

Nicola Amoruso, ex attaccante della Juventus
Nicola Amoruso, ex attaccante della Juventus

Il Derby della Mole ha messo a confronto una squadra in apparente difficoltà (Juventus) e una squadra in ripresa (Torino). Giusto il pareggio o la Juventus meritava qualcosa in più visto il forcing finale?

Mi aspettavo il Derby della Juventus e invece è stato il Derby del Torino. Il Toro ha meritato il pareggio, ha disputato un’ottima gara, ha sfruttato le occasioni e si è difeso bene. Risultato giusto”.

Il Toro con l’avvento di Nicola ha cambiato decisamente pelle. In cosa è migliorato, pensa che i granata riusciranno a salvarsi?

Con Nicola il Toro è migliorato molto perchè è un allenatore che riesce ad unire, riesce a creare un gruppo. Si vede che i giocatori giocano anche per l’allenatore e questa è una qualità non indifferente per un allenatore che fa di questo la propria forza”.

Andrea Pirlo, tecnico della Juventus
Andrea Pirlo, tecnico della Juventus

La sfida contro il Napoli potrebbe essere decisiva per il futuro di Andrea Pirlo sulla panchina della Juventus. L’esonero sarebbe la scelta giusta? Dove finiscono gli errori dell’attuale allenatore bianconera e dove iniziano quelli della società?

La Juventus ha scelto di intraprendere un nuovo percorso con Pirlo, poteva andar bene ma mi sarei sorpreso se fosse filato tutto liscio. Ad un tecnico che non ha mai seduto in panchina bisogna dare il tempo di crescere, sbagliare, di formare quell’identità di allenatore che ancora non ha. Mi meraviglierei se venisse esonerato o addirittura se fosse esonerato il prossimo anno perchè è un percorso di crescita. Non conosco allenatore che si sono seduti in panchina e hanno vinto subito, non so se esistono nella storia. Non mi aspettavo chissà che cosa da questa annata”.

Milan intervista a Castillejo

Calciomercato Milan, Castillejo verso la cessione: contatti avviati

Edin Džeko, attaccante e capitano della Roma

Roma, Dzeko è un caso: “La seconda peggior stagione del bosniaco”