lazio marsiglia streaming gratis

Voti Lazio-Olympique Marsiglia 2-1 e pagelle: Parolo e Correa regalano la qualificazione

Voti Lazio-Olympique Marsiglia, 4^ giornata Europa League Girone H

VOTI LAZIO-OLYMPIQUE MARSIGLIA / Una Lazio dalle due facce basta per imporsi sull’Olympique Marsiglia con il punteggio di 2-1. Una partita gestita con ordine dagli uomini di Simone Inzaghi soprattutto nel primo tempo, quando i biancocelesti, pur lasciando campo alla formazione avversaria, riescono a non scoprirsi eccessivamente per poi ripartire in contropiede.

Sono Correa e Immobile, infatti, gli uomini copertina del match dell’Olimpico per la Lazio, che sfruttano il campo a disposizione per partire in velocità. Gli uomini di Rudi Garcia tengono di più il pallone nel primo tempo e si rendono pericolosi già al 7′, quando una doppia torre di Rami e di Thauvin liberano Sakai sul secondo palo: bravo Strakosha a intervenire sul giapponese.

Il Marsiglia spinge con N’jie e Thauvin ma la difesa della Lazio si dimostra sempre ordinata e compatta, guidata da un Acerbi praticamente senza sbavature. Al 19′ il primo spunto di Correa, involatosi sulla fascia ma ben arginato dal capitano dei francesi, Luiz Gustavo.

Alzano il ritmo i marsigliesi, con il camerunese N’jie che impegna Strakosha con un tiro dal limite al 24′: attento ancora una volta il portiere albanese. Il primo tempo continua senza grandi sussulti e la Lazio non cambia spartito. Inzaghi si lamenta del poco dinamismo dei suoi centrocampisti.

Allo scadere della prima frazione arriva il goal di Parolo che porta in vantaggio la Lazio. Bravo il centrocampista ex Parma a colpire di testa su assist di Immobile, tenendo a distanza il difensore avversario.

Il Marsiglia entra nella ripresa cercando di recuperare subito il risultato. Sono i soliti noti N’jie e Thauvin a trascinare la squadra, ma la difesa biancoceleste risulta sempre molto ordinata e non si lascia sorprendere. Al 55′ arriva il raddoppio per la Lazio: uno due tra Correa e Immobile, con il secondo che manda l’argentino davanti alla porta difesa da Pelè. E’ 2-0 Lazio.

Passano cinque minuti e Parolo macchia la buona partita giocata fino a quel momento, perdendo il pallone nella propria trequarti: Sanson si impossessa della sfera e lancia in area Thauvin, libero di mirare il palo lontano e di trafiggere Strakosha. Accorcia il Marsiglia.

La Lazio sembra aver accusato il colpo e il Marsiglia ci crede: sull’uscita scriteriata di Strakosha, Strootman tira di prima intenzione, ma il tiro è deviato e si spegne sul fondo. Nel frattempo alcuni dei protagonisti inizialmente esclusi fanno il loro ingresso in campo: prima Milinkovic-Savic per la Lazio, poi Payet per il Marsiglia.

Gli uomini di Inzaghi reagiscono alla pressione dei francesi e vanno vicini al terzo goal in due occasioni con Immobile, poi con il neo entrato Milinkovic-Savic, liberato da un bel passaggio di Correa.

Ultimo brivido per i biancocelesti al 95′, quando Strakosha salva di piede sul tiro dell’inesauribile N’jie. La Lazio vince e ottiene la certezza matematica del passaggio del turno.

Pagelle Lazio

Strakosha 7,5: incolpevole sul goal di Thauvin, si rende protagonista con tre interventi che tengono a galla i suoi nel momento migliore dei francesi.

Luiz Felipe 6,5: il brasiliano non si fa sorprendere dalla sua parte, complice una prova a dir poco opaca di Ocampos.

Acerbi 7,5: la solita gara impeccabile per l’ex Sassuolo, sempre bravo a coordinare i propri compagni di reparto.

Wallace 5: il meno attento dei tre centrali. Si becca l’ammonizione e rischia il secondo cartellino in più di un’occasione.

Bastos 6 (dal 57′): fa meglio di Wallace, più rapido nel seguire i veloci attaccanti del Marsiglia

Durmisi 6: una prova ordinata dell’ex Betis Siviglia, senza grandi acuti o errori clamorosi.

Berisha 5,5: si impegna ma svaria poco sulla linea dei centrocampisti, tenta qualche inserimento ma viene colto in fuorigioco in due occasioni.

Milinkovic-Savic 6 (dal 70′): i suoi muscoli danno respiro al centrocampo biancoceleste, sfiora il goal ma si fa ammonire ingenuamente.

Luis Alberto S.V. (dal 81′): la condizione fisica non è il top e si vede.

Cataldi 7: metronomo, detta i tempi di inserimento degli altri centrocampisti e prende in mano la squadra nel momento più difficile per i suoi.

Parolo 6,5: ha il merito di sbloccare la gara ma è colpevole del goal di Thauvin. Probabile un po’ di stanchezza per l’ex Parma.

Marusic 6,5: sa quando attaccare e quando difendere, raccorda bene centrocampo e attacco senza mai rischiare nulla.

Immobile 8,5: in veste di assist-man Ciro è di gran lunga il migliore dei suoi, svaria su tutto il fronte offensivo ed è decisivo in tutti e due i goal della Lazio.

Correa 8: El Tucu è il riferimento per i suoi nel primo tempo, si sacrifica e colpisce nel momento decisivo.

All. Inzaghi 7: la scelta dei centrocampisti non convince fino in fondo ma le scelte gli danno ragione.

Pagelle Olympique Marsiglia

Pelè 6: non può nulla sul colpo di testa angolato di Parolo e sul tiro ravvicinato di Correa, non effettua parate decisive.

Rami 5: rimane in mezzo nell’uno-due tra Immobile e Correa, spesso interviene fuori tempo.

Caleta-Car 5,5: si fa sovrastare da Parolo in occasione del goal e quasi mai interviene in maniera decisiva.

Luiz Gustavo 6: il più positivo dei difensori, nonostante sia adattato nel ruolo, tiene nei contrasti e in velocità contro Correa.

Sakai 6: si propone più di una volta in fase offensiva e sfiora il goal nei primissimi minuti. Va incontro al calo nel secondo tempo.

Lopez 5: non punge mai la difesa avversaria, si limita a far girare il pallone senza trovare l’inserimento tra gli attenti difensori biancocelesti.

Strootman 5,5: prova opaca per l’ex centrocampista della Roma, ma finisce il secondo tempo in crescendo, andando vicino al goal del pareggio.

Sanson 6,5: nella doppia veste di regista e incursore è l’unico in grado di innescare gli attaccanti. Suo l’assist per il goal di Thauvin

N’jie 6,5: il migliore dei suoi insieme a Thauvin. Gli spunti offensivi sono sempre i suoi, ma gli manca il colpo decisivo.

Ocampos 5: non pervenuto in fase offensiva, scomposto e in ritardo quando si tratta di difendere.

Thauvin 7: imprevedibile sulla trequarti, non viene aiutato più di tanto dai compagni. Da solo davanti Strakosha non sbaglia.

All. Garcia 5,5: prova a cambiare qualcosa nella ripresa ma i suoi giocatori non lo aiutano.

Footballnews24.it è stato riconosciuto come portale di informazione tra i più attendibili secondo Google News. Se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie clicca qui

BlogNews

Other Articles

Leave a Reply

X
Consigliato
banner deposito
X
Show