in

Federica Pellegrini, la vita oltre la vasca: arriva Underwater

Underwater, il nuovo docu-film su Federica Pellegrini, ha raccontato la vita della nuotatrice italiana al di fuori della vasca

Federica Pellegrini-Underwater
Federica Pellegrini-Underwater

Underwater è il nuovo docu-film prodotto da Fremantle, che racconta la vita al di fuori della vasca di una grande atleta come Federica Pellegrini. Il film diretto da Sara Ristori è stato rilasciato il 10 gennaio e racconta episodi della vita della nuotatrice italiana, partendo dai preparativi per le Olimpiadi di Tokyo 2020, disputatesi la scorsa estate. La Pellegrini fa però anche dei flashback sulla sua vita da adolescente e le problematiche avute in quel periodo particolare della sua vita.

Federica Pellegrini
Federica Pellegrini

Federica Pellegrini si racconta

Come già detto, Federica Pellegrini racconta delle sue problematiche avute da adolescente: parla infatti della bulimia, problema ancora più grande per un’atleta professionista come lei, che è stata una sfida non semplice da superare. Si sofferma poi sulla perdita del suo mentore, Alberto Castagnetti, motivo per cui perde ogni punto di riferimento in vasca e sarà costretta a cambiare allenatore ogni sei mesi a causa di mancanza di feeling, trovando infine Matteo Giunta, colui che sarà un nuovo punto fermo nella carriera della nuotatrice e nella vita della donna: diventerà infatti suo marito nei prossimi mesi.

Federica racconta anche la storia della sua prima medaglia olimpica, arrivata ad Atene nel 2004 grazie alla sua specialità nello stile libero. Quell’argento, conquistato all’età di soli sedici anni, sarà il primo di una lunghissima serie di successi a cinque cerchi.

Federica Pellegrini
Federica Pellegrini

L’avventura a Tokyo e il Covid

Nel docu-film, una grande parte di minutaggio viene dedicata alla preparazione dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020, complicatasi per via della pandemia di Covid-19. La sua carriera sarebbe dovuta terminare nel 2020, ma il rinvio delle Olimpiadi ha convinto Federica Pellegrini a continuare anche nel 2021, per nuotare un’ultima volta in un palcoscenico del genere. Le sue ultime quattro vasche sono quelle della gara della finale dei 200 stile libero, dove Federica chiude con un settimo posto e scoppiando in lacrime. Ma l’addio ufficiale al nuoto si terrà qualche mese dopo, il 30 novembre, vincendo l’ultima medaglia d’oro della carriera agli Assoluti invernali.

Il film racconta anche di quando Federica ha contratto il Covid, momento duro della sua vita perché è stata costretta a interrompere gli allenamenti. Nel docu-film emerge proprio la figura combattiva della nuotatrice veneta. Lei stessa, infatti, dice: “È stato proprio sofferto ma questa doveva essere la chiave, perché sono stati anni difficili”. Poi continua, dicendo: Penso di essere sempre stata una combattente. Ho combattuto indipendentemente da tutto quello che mi è successo nella vita, ma perché avevo una grande passione, un grande amore per il nuoto. Quando c’è quello, riesci a superare tutto”.