Array

Festival dello Sport, Buffon: “Juventus? Scelta familiare, qui sento la stima di tutti”

Il portiere della Juventus, Gianluigi Buffon, è stato ospite, insieme alla sua compagna Ilaria d'Amico, al Festival dello Sport, nel corso del quale ha toccato vari argomenti, dalla sua carriera alla relazione con la giornalista

Buffon: “Mi ritiro a 55 anni, alla Juventus ho dato e ricevuto tanto”

Un Gianluigi Buffon mai visto, quello presente al Festival dello Sport, per la prima volta sotto i riflettori con la sua compagna e giornalista Sky Ilaria d’Amico. Il portierone bianconero ha parlato di vari argomenti nella sua intervista: la carriera alla Juventus, gli inizi al Parma, l’esperienza al Psg, il rapporto con la BBC e la relazione con la D’Amico. Due personaggi che in un certo senso si assomigliano: da una parte Buffon, portiere più forte al mondo, simbolo del calcio degli ultimi vent’anni; dall’altra Ilaria d’Amico, giornalista che ha cambiato il modo di raccontare il calcio in tv, diventando un punto fermo nel suo ruolo.

Una carriera dedicata alla “causa” bianconera

Alla Juventus ho dato tanto e ho ricevuto tanto. Al Psg ho fatto una bellissima esperienza, ma ho deciso di tornare perchè voglio stare vicino alla mia famiglia e ai miei figli, che mi hanno convinto a non smettere di giocare. Sto pensando di continuare infatti, per altri 10 anni, smetto a 55 anni. Qui ho la stima di tutti, con la BBC ho un rapporto unico, c’è un legame di fratellanza, ci vogliamo bene e con loro sento che nulla impossibile”. Buffon si è espresso anche sulla vicenda Conte: “Ho grande stima di Antonio, è un professionista e va rispettato. Capisco la reazione dei tifosi, ma alla Juventus ha dato tanto, l’ha riportata dove meritava di stare. Siamo stati compagni di squadra e, in generale, nello sport non riesco a provare odio verso un’altra persona”.

Le parole di Buffon sulla Nazione e CR7

Sugli allenatori che hanno segnato la sua carriera, Buffon ha fatto una mini classifica: “Scala è stato il più severo, Conte il più duro, molto simpatico Mister Allegri, ma quello a cui devo sicuramente di più è Ancelotti“. Per quanto riguarda la Nazionale, Gigi ha elogiato il lavoro del ct Mancini: “Bravo nel gestire i giovani, sta facendo un buon lavoro che gli sta dando grandi risultati“. Infine è rimasto abbastanza impressionato da Cristiano Ronaldo, per la prima volta suo compagno di squadra, dopo i numerosi gol subiti dall’asso portoghese: “È un bravo ragazzo, spesso ci fermiamo a parlare durante gli allenamenti. Gli auguro di vincere il Pallone d’Oro, perchè è un calciatore che ho sempre stimato, nonostante i tanti gol che mi ha segnato“.

TI POTREBBE INTERESSARE

Juventus, Chiesa ringrazia Firenze: “Un orgoglio la maglia bianconera”

Finalmente è arrivato il giorno della presentazione di Federico Chiesa con la Juventus. Dopo una trattativa infinita in estate, le due parti hanno trovato l'accordo e il talento della...

Juventus, finalmente Ronaldo: CR7 negativo al Covid-19

Una notizia che rende felici tutti i tifosi della Juventus, ma anche tutti gli amanti del calcio in generale: Cristiano Ronaldo ha vinto la sua battaglia personale contro il...

Juventus, Ronaldo torna lunedì: si attendono Chiellini e de Ligt

La Juventus continua a fare i conti con le assenze, le più importanti che hanno determinato, in qualche modo, il periodo di crisi di risultati che sta letteralmente investendo...

UEFA, Ceferin risponde: “Superlega? Noiosa invenzione italiana”

E' risultata prepotentemente indifferente la reazione del Presidente UEFA Alexander Ceferin riguardo l'ipotesi lanciata da alcuni club europei per un'eventuale Superlega che, ad ogni modo, vedrebbe ad oggi anche...