in

Fiorentina, Boneventura: “Europa? Adesso nessuno ci pensa”

Dopo un grande inizio di stagione, Giacomo Bonaventura è sempre più al centro del progetto Fiorentina: il centrocampista ha parlato dei prossimi obiettivi della Viola

Giacomo Bonaventura, centrocampista della Fiorentina
Giacomo Bonaventura, centrocampista della Fiorentina @Image sport

Dopo un primo anno di ambientamento, Giacomo Bonaventura sembra essere diventato un punto fermo nella nuova Fiorentina di Vincenzo Italiano: proprio il rapporto con l’allenatore è stato uno dei temi toccati dall’ex Milan durante un’intervista rilasciata a Tuttosport. Queste le sue parole: “Abbiamo un allenatore e un modo di giocare che valorizzano di più il lavoro di noi centrocampisti. Per me l’inizio è stato buono ma non sono sorpreso: durante il ritiro estivo mi aspettavo che avrei fatto bene”. 

L’intervista prosegue parlando della società: “Vedo una società in crescita, si percepiscono l’entusiasmo della famiglia Commisso e di chi lavora qui e voglia di crescere e fare le cose bene”. Sugli obiettivi stagionali, Bonaventura ha poi detto: “Non vorrei che si pensasse che ci sentiamo forti. Il mister è il primo a dirci che dobbiamo ancora migliorare tanto. Ci sono tutte le carte in regola, ma quando si comincia un percorso nuovo servono tempo e pazienza. Europa? Adesso nessuno ci pensa, Italiano vuole che ci concentriamo di partita in partita“. 

Qualche parola, infine, sulla possibilità di strappare una convocazione al CT della Nazionale, Roberto Mancini: “Sentire il ct dire che le porte sono aperte a tutti mi stimola a cercare di essere uno dei migliori centrocampisti italiani. Se così sarà, penso che Mancini chiamerà: gli allenatori vogliono sempre i giocatori migliori”.