in

Fiorentina, Commisso su Chiesa: “Neanche una telefonata, non ce lo meritiamo…”

Federico Chiesa, attaccante della Juventus
Federico Chiesa, attaccante della Juventus

I fiorentini sono tifosi veraci. Sono legati visceralmente al proprio club e ai propri giocatori. Specie se si tratta di giocatori esplosi nella Fiorentina, cresciuti nel vivaio. Specie se dal campo non arriva molto altro per cui gioire. In tempi recenti, un simile sentimento era stato provato per Federico Bernardeschi ma il passaggio agli eterni rivali della Juventus ne ha decretato l’oblio.

Stessa sorte è capitata a Federico Chiesa, ala della nazionale, che nelle ultime ore di mercato è andato a finire proprio ai bianconeri. I tifosi non l’hanno presa bene con uno striscione al Franchi abbastanza eloquente. Anche i dirigenti viola però sembrano provare lo stesso sentimento dei tifosi. Dopo le parole di Daniele Pradè, dirigente viola, anche Rocco Commisso, come riportato da Skysport, ha rilasciato una dichiarazione sull’accaduto: “L’anno scorso la prima cosa che ho fatto è stata aspettarlo davanti al bus a Chicago. Siamo rimasti molto male per la sua cessione. Non ho ricevuto neanche una telefonata, non penso di meritarmi questo. Lo abbiamo trattato sempre bene. Però ora guardiamo al futuro: abbiamo rimesso la chiesa al centro del campo sportivo”. Il riferimento è ovviamente al nuovo acquisto Jose Maria Callejon arrivato da svincolato in viola e pronto a fare le veci dell’ex talento gigliato.

Vota Articolo

749 points
Upvote Downvote
Dasha Mart

Dasha Mart, le spaccate per migliorare la salute FOTO VIDEO

Marc Roca (Bayern Monaco)

Bayern, arriva Marc Roca: “Il Bayern Monaco? Il miglior club al mondo”