in

Fiorentina-Sampdoria 1-2: Quagliarella e Verre espugnano l’Artemio Franchi

Fabio Quagliarella (Sampdoria)
Fabio Quagliarella (Sampdoria) @Image Sport

Dinamiche di calciomercato a parte, con la vicenda Federico Chiesa che starebbe coinvolgendo in presa diretta gli uomini di mercato viola in contatti continui con la Juventus, questa sera ad aprire la terza giornata di Serie A ci ha pensato l’incontro tra la Fiorentina di Giuseppe Iachini, appunto, e la Sampdoria di mister Claudio Ranieri.

Una gara delicata per entrambe le squadre: i padroni di casa che arrivano alla sfida dell’Artemio Franchi dopo la delusione di Milano, in quella rocambolesca rimonta subita che nel giro di 5′ minuti ha trasformato quella che poteva essere una straordinaria vittoria contro l’Inter a San Siro, in una disdetta che ha obbligato la formazione di Iachini a recuperare subito punti importanti in classifica. La Sampdoria poi che, emulando gli avversari viola di questa sera, arrivano alla sfida dopo l’altra rimonta subita in casa contro il Benevento (questa sicuramente più pesante) e che ha condizionato l’ennesimo brutto inizio stagionale della squadra blucerchiata.

Una gara addomesticata da entrambe le squadre prima della rete del solito Quagliarella allo scadere del tempo, quando al 42′ l’attaccante blucerchiato approfittava del calcio di rigore guadagnato a causa della trattenuta in area di Ceccherini. 0-1 alla fine del tempo e tutti negli spogliatoi con le ambizioni di Candreva che, ai microfoni di Sky, ammetteva calma e sangue freddo.

Dusan Vlahovic (Fiorentina)
Dusan Vlahovic (Fiorentina) @Image Sport

“Mai abbassare la testa”, queste le parole dell’ex Inter e, detto fatto, ecco che il pareggio della Fiorentina arriva al minuto ’72: ci pensa Dusan Vlahovic a riportare lo score in parità grazie ad un assist (più simile ad un tiro sbagliato) di Nikola Milenkovic che imbecca l’attaccante viola, bravo a battere con freddezza il povero Audero. Una gara che di qui a poco tempo dimostra la voglia dei padroni di casa di portare immediatamente il vantaggio: possesso palla e azioni ben costruite, ma le ottime trame in ripartenza per la formazione di Ranieri non ammette repliche e al ’72 arriva il nuovo vantaggio per gli ospiti. Un gol meraviglioso realizzato da Valerio Verre che, con un morbido pallonetto dal limite dell’area, supera Dragowski per la nuova rete del vantaggio doriano. Non basteranno i 5′ minuti di recupero alla Fiorentina per trovare l’insperato pareggio ed evitare la seconda sconfitta consecutiva in campionato. Il palo di Chiesa illude a 10 secondi dalla fine della gara, poi niente altro da dire. Bene la Sampdoria, per la serie: “A volte ritornano”.

Vota Articolo

749 points
Upvote Downvote
Simon Kjaer (Milan)

Milan, Kjaer: “Europa League? L’obiettivo è vincerla”

Valerio Verre (Sampdoria)

Sampdoria, Verre: “Importante vincere. Il gol? Il più bello della mia carriera”