Fiorentina, se ci sei batti un colpo: Chiesa non è più un alibi

Ora tocca alla Fiorentina. Le polemiche successive all’addio di Chiesa sembra abbiano, almeno in parte, lasciato la città. La Viola adesso deve ripartire e dimostrare di essere in grado di portare avanti un progetto ambizioso che vuole portarla in alto fa le big del calcio italiano. La non cessione forzata di Chiesa, in questi anni, è inutile negarlo, ha dato sempre un alibi alla squadra che forse inconsciamente non ha mai dato l’impressione di poter rispettare i pronostici.

La Fiorentina è una squadra competitiva, capace di potersela giocare con tutti. L’arrivo di Callejon, poi, dà a Iachini un’opzione in più che permette al tecnico della Fiorentina di poter cambiar modulo a seconda delle occasioni e dell’avversario. Ora si riparte dalla squadra e non dalla necessità di dover per forza mettere in campo un talento cristallino che però non ha mai dimostrato fino in fondo tutte le sue qualità.

LEGGI ANCHE:
Spezia-Fiorentina diretta live streaming: ecco dove vederla
Fiorentina, Notizie e calciomercato

Fiorentina, adesso c’è lo Spezia: la lunga prova di Iachini

Contro lo Spezia Iachini vuole bissare la vittoria ottenuta alla prima giornata contro il Torino. La speranza, poi, è che, oltre al risultato, si possa rivedere una Fiorentina orgogliosa, offensiva e spensierata come quella che ha messo molte preoccupazioni all’Inter di Antonio Conte. Si dovrebbe comunque proseguire con il 3-5-2 per non snaturare da subito l’assetto tattico e dare continuità alle idee iniziale. Callejon con tutta probabilità partirà dalla panchina ma un suo impiego nella seconda parte di gara sembra scontato.

Con lo spagnolo in campo, l’assetto tattico potrebbe presentarsi ancor più offensivo e spregiudicato. Spensieratezza e necessità di attaccare; la Fiorentina deve ripartire perché adesso al centro del villaggio non c’è più la querelle Chiesa, ma la squadra ed il progetto della nuova proprietà.