in

Gravina confermato Presidente della FIGC: “Sentiamo responsabilità verso giovani”

Il presidente uscente Gabriele Gravina è stato rieletto Presidente della FIGC, superando nettamente Cosimo Sibilia.

Gabriele Gravina, presidente FIGC
Gabriele Gravina, presidente FIGC

Gabriele Gravina è stato confermato Presidente della Federcalcio dopo aver battuto nettamente lo sfidante Cosimo Sibilia ottenendo il 73,45% dei voti contro il 26,25% dello sfidante. L’assemblea riunita al “Rome Cavalieri, A Waldorf Astoria Hotel“, come riporta Repubblica, ha rieletto il presidente uscente con larga maggioranza.

Gravina era stato eletto nell’ottobre del 2018 e continuerà dunque il suo mandato per altri quattro anni. Il secondo mandato potrà essere rinnovato a seguito di un’altra elezione dopodiché non potrà più essere rieletto per regolamento FIGC. Per lui adesso si prospetta un periodo di grande lavoro, in una situazione tutt’altro che semplice per il mondo del calcio, colpito come qualsiasi altro ramo dalla crisi finanziaria. Il suo lavoro sarà comunque facilitato dal grande appoggio ricevuto dai club professionistici, dall’Associazione Italiana Calciatori e dall’Associazione Italiana Allenatori Calcio.

Serie A, quarantena soft e partite in chiaro: arriva la decisione
Gabriele Gravina, presidente della FIGC

Gravina rieletto Presidente FIGC: rinnovamento stadi al primo posto

Grazie per la vostra dedizione, pazienza e fiducia“, ha dichiarato Gabriele Gravina al termine dell’assemblea che lo ha visto battere nettamente l’avversario Cosimo Sibilia. “Vi ho proposto una strategia molto difficile e ricca di tensioni. Noi tiriamo fuori il meglio nei momenti più duri. Sentiamo la grande responsabilità nei confronti delle migliaia di giovani a cui dobbiamo dare un calcio più bello, solido e sostenibile“.

Un discorso improntato sul momento difficile per tutti, con lo sguardo al futuro, rivolto alle generazioni più giovani ai quali vanno le maggiori intenzioni, poiché è a loro che verrà lasciato quanto eseguito adesso. Tra i punti cardine del programma di Gravina senza dubbio l’agevolazione finanziaria per i club nella definizione di interventi sulle strutture, ovvero stadi e campi di allenamento, la maggior parte con grande bisogno di riammodernamento. Uno dei passi del rinnovamento totale di un sistema calcio datato, da dover fare tutti insieme, con la spinta del rieletto Presidente della FIGC e il forte appoggio di tutte le parti in causa.

Ibrahimovic e Ronaldo, giocatori di Milan e Juventus

La legge dei campioni, ognuno fa quello che vuole: i casi di Ibrahimovic e Ronaldo

Simone Inzaghi, allenatore della Lazio @Image Sport

Lazio, Inzaghi: “Bayern ingiocabile ma siamo pronti”