Home Serie A Hellas Verona, Juric: "In attacco siamo pochi, Benassi è infortunato"

Hellas Verona, Juric: “In attacco siamo pochi, Benassi è infortunato”

Hellas Verona, domani l'esordio stagionale con la Roma, Juric parla della situazione della squadra: infortuni e mercato

Domani riparte la Serie A, per l’Hellas Verona c’è subito una sfida impegnativa, al Bentegodi, arriva infatti la Roma. L’Hellas quest’estate ha perso diversi giocatori, tra i quali tre pilastri come Kumbulla, Rrahmani e Amrabat. Negli ultimi giorni sono arrivati diversi colpi, prima Benassi, poi Barak e Favilli. Juric non è però ancora convinto della rosa, diversi giocatori che sperava venissero riscattati, infatti, non lo sono stati, e non si sa se arriveranno. L’allenatore scaligero spera infatti nel ritorno di Salcedo, Verre e Pessina. Domani con la Roma si dovrebbe vedere un modulo inedito, il 3412, Benassi è infatti infortunato e Zaccagni non al top. Lazovic, infortunato non ci sarà, spazio a Di Marco.

Benassi all' Inter?
Benassi centrocampista ex Fiorentina

Hellas Verona, Juric: “Siamo in emergenza, domani non so chi schierare”

In vista della gara di domani contro la Roma, ha parlato il tecnico del Hellas Verona Juric, le sue parole: “E’ una situazione difficile, domani saremo in emergenza, non so chi far giocare. Sapevamo che avremo dovuto prendere tanti giocatori e che non sarebbe stato facile. Noi come la società siamo visti diversamente rispetto all’anno scorso, e questo porta difficoltà“. Juric ha poi parlato della situazione degli infortunati: “Cetin c’è ma è molto indietro, Tameze magari riesce a fare un tempo, come Gunter e Zaccagni, Benassi ha un problema al polpaccio, è fuori, Magnani anche è indisponibile come Dawidowicz e Lazovic“. Parlando dell’attacco Juric ha detto questo: “Sulle fasce siamo coperti, in attacco no, sono andati via in tanti

Il tecnico gialloblù si è poi concentrato sui nuovi acquisti: “Ieri è arrivato Barak, oggi penso che Favilli sia all’allenamento. Bisogna lavorare, non puoi buttarli dentro così. Poi ci vuole tempo, anche chi è arrivato a inizio ritiro fisicamente è molto sotto tono“. Juric ha poi anche parlato degli obiettivi di mercato: “Pessina è fattibile, il problema è che è infortunato. Ci vuole tempo per il rientro, ma siamo molto attaccati a lui a livello umano e come calciatore. Ha il nostro spirito e vogliamo che torni. E anche lui vuole tornare a tutti i costi. Verre non so perchè non sia rimasto, francamente non so risponderti. Salcedo è come Pessina, stava crescendo ma non è nostro. Gli altri fanno inevitabilmente il prezzo. Ma mi piacerebbe averlo“.

Juric ha poi parlato anche di due giovani, Empereur e Di Marco: “Empereur è tra quelli cresciuti di più. Domani giocherà, e poi vediamo. Io non ho un altro da mettere al posto di Gunter, e se va oltre rischia l’infortunio. Di Marco ha fatto 6 mesi con noi, sa esattamente cosa deve fare, per me sta crescendo bene“.

NOTIZIE PER TE

Hellas Verona, Juric: “Ci è mancato il guizzo vincente. Kalinic? Sa cosa gli aspetta…”

Mastica amaro il tecnico dell'Hellas Verona Ivan Juric dopo il pareggio casalingo contro il Genoa. Gli scaligeri hanno dominato la gara del Bentegodi, ma non sono riusciti a piazzare...

Verona-Genoa 0-0: al Bentegodi vince la noia

Si chiude oggi la 4° giornata di Serie A con l'incontro tra il Verona ed il Genoa. Diramate le formazioni ufficiali per la sfida del monday night del massimo...

Pronostico Genoa Hellas Verona: il Covid-19 aiuta Juric? Segno X a 3.20

Genoa Hellas Verona: il pronostico della sfida del Bentegodi Allo Stadio Marcantonio Bentegodi di Verona si affrontano Hellas e Genoa nel posticipo della quarta giornata di Serie A. Gli scaligeri...

SOCIAL NEWS