in

Ibrahimovic, obiettivo 500 gol: all’orizzonte la top ten della storia

Ibrahimovic, obiettivo 500 gol con le maglie dei club: all'orizzonte la top ten di sempre
Ibrahimovic, obiettivo 500 gol con le maglie dei club: all'orizzonte la top ten di sempre

Dal possibile addio pre-annunciato da alcuni media qualche mese fa, alla possibilità di entrare tra i migliori marcatori al mondo grazie al raggiungimento dei 500 con le maglie dei club nei campionati tra campionato ed Europa. Questo il percorso intrapreso dalla divinità Ibrahimovic, e che potrebbe divenire ancor più strepitoso con il compimento di un obiettivo personale a breve durata.

Giusto parlare di breve, dal momento in cui non dovrebbe esser un compito difficile per lo svedese quello di raggiungere quota 500 gol, dati i 494 siglati fino ad oggi con in dosso le impostanti casacche di Malmo, Ajax, Juventus, Inter, Barcellona, Milan, Paris Saint-Germain e Los Angeles Galaxy. Insomma, stiamo parlando di un gira mondo, che nonostante sia giunto alle trentanove primavere, sembra non aver risentito affatto della propria carta d’identità.

A testimonianza di ciò vi è lo score accumulato dalla punta nelle battute iniziali di questa stagione: miglior marcatore del campionato con 8 marcature in 7 uscite stagionali di campionato, e 9 totali con il gol rifilato alla formazione irlandese dello Shamrock Rovers nel turno preliminare di Europa League. Senza ombra di dubbio è lui l’arma vincente di questo sorprendente Milan, che dopo due mesi circa si ritrova in vetta alla classifica della Serie A con all’attivo 17 punti.

Ibrahimovic da incorniciare, il Milan dipende dallo svedese

Lo svedese seppur i due errori dal dischetto annoverati nel giro di due settimane, con Sparta Praga prima – in Europa League ndr – e Hellas Verona dopo, è riuscito a finir sotto la luce dei riflettori, riuscendo a trovare rispettivamente l’assist vincente per il gol del vantaggio di Diaz nel match europeo sopracitato, ed il gol del pareggio contro i veneti nei minuti finali che ha poi portato a un importante pareggio, che ha permesso al Milan di dar seguito alla striscia di risultati utili accumulata in campionato.

Ibrahimovic allo stesso tempo bissa alla porta della graduatoria dei migliori marcatori al mondo e si affaccia alla stessa. Questo sarà possibile farlo grazie alla presenza di tre mostri che prendono quali Uwe Seeler, Túlio Maravilha e Ferenc Deák, i quali a loro volta distano rispettivamente di 11 e 13 reti. Ovviamente è anche solo difficile immaginare che egli possa raggiungere anche le cime di tale graduatoria, presiedute dai grandi del calcio del passato ed anche del presente, come ad esempio Ronaldo e Messi, che hanno un vantaggio di circa 200 reti.

Inoltre essi hanno ancora qualche anno davanti per poter ampliare uno score già ampio, mentre Ibrahimovic nonostante l’ottima forma fisica e il magnifico rendimento fino ad oggi avuto, ha una carta d’identità che potrebbe fermarlo entro il giro di qualche anno.

Nonostante ciò, i quasi 500 gol in campionato e i 600 grazie con l’aggiunta delle reti siglate con in dosso la maglia della Svezia, sono un grande raggiungimento, con la speranza dei tanti e non solo che Ibra possa continuare a illuminarci con i suoi gol e le sue magie per tante altre stagioni.

Vota Articolo

576 points
Upvote Downvote
Cristiano Ronaldo, attaccante della Juventus e del Portogallo e Kylian Mbapp, attaccante del Psg e della Francia

Portogallo-Francia, pronostico gratuito di Betadvisor.com e streaming gratis: la gara in Diretta LIVE Hesgoal

Cristiano Ronaldo (Juventus)

Juventus, l’Inghilterra chiama Ronaldo: il Manchester United fa chiarezza