in

Il Covid-19 non ferma la Lazio: il segreto è Simone Inzaghi

Simone Inzaghi, allenatore della Lazio @imagephotoagency
Simone Inzaghi, allenatore della Lazio @imagephotoagency

Dopo la sconfitta a Genova contro alla Sampdoria, la Lazio di Inzaghi ha spiccato il volo collezionando 6 risultati utili consecutivi tra Serie A e Champions League grazie a Caicedo, l’uomo del gol all’ultimo respiro, a Correa che quando è chiamato in causa non delude mai, alla tenacia del gruppo squadra ma soprattutto grazie al suo allenatore: Simone Inzaghi.

Le voci di mercato lo vedono spesso lontano dalla sua Lazio, accostato di recente al Psg, ma anche alla Juventus che non avrebbe nascosto un interesse particolare nei confronti del tecnico piacentino. Inzaghi è infatti il fulcro della squadra, il dodicesimo uomo di una squadra dilaniata dai numerosi infortuni legati al Covid-19 che hanno costretto i biancocelesti a rinunciare a diversi giocatori nelle trasferte europee contro Club Brugge e Zenit. Ed è proprio in queste gare che la Lazio ha saputo appellarsi a tutte le sue forze per strappare un punto sia alla compagina belga, sia alla formazione russa, restando in corsa per la qualificazione agli ottavi di Champions League. È andata ancora meglio in campionato dove la Lazio ha battuto Bologna, Torino, ottenendo un punto importante contro la Juventus nei minuti finali della sfida contro i bianconeri.

Simone Inzaghi, tecnico della Lazio @imagephotoagency
Simone Inzaghi, tecnico della Lazio @imagephotoagency

Merito della squadra e dell’allenatore come sottolineato dall’ex mental coach dei biancocelesti Sandro Corapi che ha osservato da vicino l’approccio di Inzaghi con i propri giocatori: “Inzaghi è nella testa dei giocatori. E’ carismatico ed è riuscito ad entrare nella mente dei suoi uomini con le giuste parole. Ogni frase che pronuncia non è casuale. Anche durante le interviste invia messaggi motivazionali alla squadra”.

L’effetto-Inzaghi si vede sull’affiatamento della squadra che si percepisce durante le partite e dopo i gol, soprattutto quelli che ribaltano i risultati. Il tecnico è riuscito a dare una forte identità al gruppo, plasmandolo sul suo credo calcistico e sulla sua abilità di comunicazione e persuasione grazie anche al fatto che si sente ancora profondamente un calciatore. Un coinvolgimento emotivo pazzesco, quasi poetico, che rendono Simone Inzaghi e la sua Lazio legati e vincenti.

Vota Articolo

576 points
Upvote Downvote
Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna

Sinisa Mihajlovic scopritore di talenti: i retroscena sull’esordio di Totti e Donnarumma

Boateng, difensore del Bayern Monaco

Bayern Monaco, niente rinnovo per Boateng: “Sono sorpreso”