in

Il PSG si inceppa: il Monaco non perdona con Diop e Maripan

Reduce dalla entusiasmante vittoria di Champions contro il Barcellona, il PSG si ferma di fronte al Monaco. I monegaschi accorciano in classifica, la corsa al titolo è più incerta che mai

Mauricio Pochettino, ex allenatore del Tottenham
Mauricio Pochettino, ex allenatore del Tottenham

Clamoroso al Parco dei Principi di Parigi. Il Monaco supera il PSG per 2-0 grazie alle reti di Diop e Maripan e accorcia così dal terzo posto occupato proprio dalla compagine di Mauricio Pochettino. Un risultato che rende la classifica della Ligue 1 ancora più incerta, con il Lille in testa a quota 58 e Lione, PSG e Monaco a rincorrere rispettivamente a tre, quattro e sei lunghezze di distanza. Eppure i pluricampioni di Francia sembravano arrivare alla sfida nelle migliori condizioni, come dimostrano le cinque vittorie consecutive in tutte le competizioni e, soprattutto, il 4-1 rifilato in trasferta al Barcellona in occasione della gara d’andata degli ottavi di finale di Champions League. Un successo, quest’ultimo, che inserisce di diritto i parigini nel novero della candidate alla vittoria della massima competizione continentale dopo la finale raggiunta al termine della passata stagione.

Pochettino (PSG)
Pochettino, allenatore del psg

PSG-Monaco 0-2, Diop e Maripan affondano Pochettino

Bastano i gol di Diop e Maripan a decidere il big match della 26° giornata di Ligue 1 tra PSG e Monaco. Partono fortissimo gli ospiti che trovano immediatamente il vantaggio con il trequartista francese di origini senegalesi, che di testa non lascia scampo a Navas dopo appena sei minuti di gioco. Il PSG prova a riorganizzarsi per una timida reazione, ma Mbappé e compagni non sembrano ispirati come nell’ultima memorabile notte europea. Così la partita del Parco dei Principi si chiude virtualmente ad inizio ripresa, quando Maripan intercetta un pallone vacante in area di rigore e lo trasforma in rete per il doppio vantaggio del Monaco.

Calciomercato Napoli, via Koulibaly: assalto al duo Romagnoli-Icardi
Mauro Icardi, attaccante di proprietà dell’Inter in prestito al PSG

L’arbitro prima annulla per una possibile posizione di fuorigioco, poi con il consulto del VAR ritorna sui suoi passi e convalida la rete. VAR che viene consultato anche una ventina di minuti più tardi: Rafinha cade in area, ma l’arbitro nega il penalty ai padroni di casa grazie all’aiuto della tecnologia. Ultimi sussulti di una partita che regala al Monaco una meritata vittoria e al PSG la sensazione che quest’anno ci sarà da sudare per conquistare la Ligue 1.

Edin Džeko, attaccante della Roma @Image Sport

Benevento-Roma 0-0: muro di Inzaghi, Fonseca non passa

Paulo Fonseca, allenatore della Roma (foto by imagephotoagency)

Roma, Fonseca: “Partita difficile, bisogna tirare di più”