in

Inghilterra, tifosi allo stadio: il primo passo verso la luce

E’ solo il primo passo e, come sempre, sono gli inglesi a farlo. Italia ed Europa quando ci arriveranno?

Liverpool, Stadio di Anfield
Liverpool, Stadio di Anfield

Dopo un anno. Dopo l’anno più duro e difficile di tutti c’è una speranza: il ritorno allo Stadio. Una soluzione possibile solo con la distribuzione del vaccino ma che, a quanto pare, non è più fantascienza. In Inghilterra ci stanno pensando seriamente ed ora, come appreso direttamente dal Parlamento d’oltre Manica, il provvedimento è ufficiale: dal 17 maggio del 2021 si potrà tornare allo stadio. Con il distanziamento, è logico; con le mascherine, è scontato, ma almeno è un primo passo verso la fine del tunnel.

Tottenham, coreografia tifosi
Tottenham, coreografia tifosi

A dire il vero, lo si potrà fare solo per l’ultima giornata di campionato (in programma il 23 maggio), ma almeno questa notizia può dar fiducia in vista del prossimo campionato. Il pubblico, la cornice sugli spalti e i colori degli stadi inglesi torneranno, seppur con estrema lentezza e con tanta precauzione, quelli di una volta. L’Italia e il resto d’Europa sembra ancora un passo indietro ed è, o sarebbe, tutta colpa di una campagna vaccinale che continuare a procedere con il freno a mano tirato. L’Inghilterra ci ha superato ed ora è pronta ad accelerare.

Ritorno allo Stadio, le modalità inglesi

Non sarà un ritorno di massa, questo è ovvio, ma sarà un ritorno importante e certamente superiore rispetto a quanto si era iniziato a veder qualche tempo quando si era dato spazio a pochissime migliaia di tifosi. L’Inghilterra, invece, ha rilanciato ed ora si starebbe preparando a riaprire lo stadio per un massimo di 10mila tifosi o fino al 25% dell’impianto. Numeri importanti ma ancora non paragonabili a ciò a cui eravamo abitati nel periodo pre-pandemico. Il provvedimento, però, è importante e, per certi versi, storico. Stando a quel che riporta Sky Sport, questa decisione farebbe parte del terzo di quattro step individuati dal governo britannico per guidare il paese verso un ritorno alla normalità. Normalità che Inghilterra non può non essere lo stadio e la vita intorno ad esso. Il calcio, però, non sarà il solo evento a beneficiare di tutto questo e, infatti, si starebbero valutando anche le aperture al pubblico per il Gran Premio di Silverstone e per il torneo di Wimbledon.

Maurizio Sarri, ex allenatore di Napoli e Juventus

Fiorentina, incontro con Sarri: il club smentisce

Atletico Madrid-Chelsea, Simeone e Tuchel: così diversi e così simili