Home Inter, Conte:"Sassuolo è una realtà importante. Dispiace per Sanchez"

Inter, Conte:”Sassuolo è una realtà importante. Dispiace per Sanchez”

Alla vigilia del lunch match domenicale tra Inter e Sassuolo, è intervenuto in conferenza stampa, ai microfoni di SkySport, il tecnico nerazzurro, Antonio Conte.

Inter, Conte:” Dobbiamo ripartire. Bastoni ed Esposito avranno chance di giocare”

Tanti gli argomenti toccati da Conte nella conferenza stampa di presentazione della gara di domani tra Inter e Sassuolo, da Sanchez, a Esposito, ai possibili rinforzi dal mercato, fino alle probabili scelte di domani. Ecco le sue parole a SkySport:

Il Sassuolo è ormai una realtà del calcio italiano e bisogna fare i complimenti a tutto lo staff, compreso anche il patron Squinzi, la cui scomparsa ha addolorato tutti. Noi però abbiamo lavorato bene durante questa settimana, c’è voglia, serenità e determinazione e questo per me è molto importante, perchè si può vincere o perdere, ma la voglia non deve mai mancare“.

Su Sanchez:”Gli infortuni fanno parte della carriera di un calciatore, dispiace perchè si vedeva che avesse voglia di mettersi in discussione. Stava lavorando duro e iniziava a migliorare sotto tanti punti di vista. Ora dovrà essere bravo a rialzarsi”.

Sui possibili rinforzi di mercato:”Ibra? Parlare di altri giocatore sarebbe una mancanza di rispetto nei confronti dei miei. È un gran giocatore che io rispetto molto, ma ho fiducia nei miei ragazzi”. Conte ha poi continuato:”Abbiamo avuto una buona continuità di risultati, ora dobbiamo piano piano ripartire e cercare di essere più regolari giorno per giorno. Sia nelle vittorie sia nelle sconfitte, ci sarà sempre qualcosa da migliorare è inevitabile, ma noi lavoriamo per quello“.

Infine su Bastoni ed Esposito:” Bastoni è un ragazzo con delle prospettive importanti, è cresciuto tanto dopo l’esperienza al Parma e sarà in ballottaggio per una maglia da titolare in tutte le partite. Esposito, invece, è un giocatore importante che avrei potuto far esordire già a Barcellona. Si è allenato con noi durante tutta la preparazione e questo gli ha permesso di fare un passo avanti, dal punto di vista della mentalità. Riguardo alla mancata partecipazione al mondiale, io ho parlato con il giocatore che mi ha dato la sua disponibilità molto serenamente. Avrà le sue chance di giocare“.

NOTIZIE PER TE

Prima la Juve e la Lazio, poi Inter, Atalanta, Roma e Milan: l’Italia guarda all’Europa… con la mascherina

E' un'Europa diversa, afflitta dal male che ha condizionato l'ultimo anno, che ha minato un'economia già in difetto, che ha condizionato la vita dell'umanità; da piccoli, quando tutto era...

Nuno Mendes, la qualità che piace a Milan e Juventus

Milan e Juventus potrebbero tornare ad infiammare i loro duelli in campo per le parti nobili della classifica, ma allo stesso tempo potrebbero dar vita anche ad appassionanti duelli...

SOCIAL NEWS