in

Inter e Lazio, continuità o rivoluzione: chi avrà la meglio?

Due squadre, due identità completamente diverse, un unico destino. Inter e Lazio si sfidano sul tema della comfort zone, chi avrà ragione?

Simone Inzaghi e Maurizio Sarri
Simone Inzaghi e Maurizio Sarri

Siamo le scelte che facciamo

Due top club del nostro campionato, due cambi di guida forzati, due idee diverse. Inter-Lazio è la sfida tra chi sceglie di continuare un percorso, e chi invece vuole completamente rivoluzionarlo. Due storie diverse ma con lo stesso tema e un dilemma di fondo: “Quanto dobbiamo cambiare?”. Il Valzer delle panchine ha sconvolto i piani di entrambe le squadre, ma se da una parte in quel di Milano si punta a mantenere una linea ben precisa, dall’altra il club capitolino inverte completamente la rotta, e va in cerca di novità.

Simone Inzaghi, ex allenatore della Lazio @Image Sport
Simone Inzaghi, tecnico dell’Inter ed ex allenatore della Lazio @Image Sport

Dallo scudetto alla crisi

I nerazzurri condizionati da una stagione anomala, fatta di gioie e dolori, di odi et amo. L’ossimoro dei campioni d’Italia è iniziato il 9 dicembre quando, nella tremenda notte di San Siro, la squadra di Antonio Conte rimase inchiodata sullo 0-0 contro lo Shakhtar Donetsk. La parata involontaria di Romeru Lukaku è la perfetta fotografia di una squadra che, complice forse la ricerca ostinata di un gioco che non le appartiene, sembra sul punto di implodere. Da lì in poi invece tutto cambia, Conte ritorna al gioco di Conte e l’Inter ritorna a vincere. Inizia una campagna di conquista epocale, che trova il suo apice al derby, vittoria 3-0 sul Milan e la testa del campionato che non verrà mai più abbandonata. “No more pazza Inter”, queste le parole di Antonio Conte durante una delle sue prime presentazioni, ma il DNA fa quello che vuole. Archiviato il discorso scudetto l’Inter è costretta a fare i conti con la questione bilancio, e con alcune cessioni eccellenti che non incontrano il gusto dell’attuale tecnico: arriva la rottura.

Conte e Inzaghi
Antonio Conte e Simone Inzaghi

Per il dopo Conte si sceglie di non snaturare il vecchio sistema di gioco, puntando ancora una volta su un allenatore che prediliga la difesa a tre. Simone Inzaghi è l’uomo perfetto, anche lui come i nerazzurri è alla ricerca di nuovi stimoli, senza però abbandonare quel 3-5-2 che per entrambi rappresenta una vera e propria comfort zone. Inzaghi inoltre è stato abituato da Lotito alla coperta corta, dimostrando una grande capacità all’adattamento e al lavoro in assenza di grazia, o quasi, portando alla base risultati insperati. Qualche cessione eccellente non lo spaventa, la squadra c’è e conosce il sistema, nella situazione attuale non è difficile capire perché l’Inter abbia scelto di affidarsi a Simone Inzaghi.

22 anni dopo…

Dal 1999 al 2021, nel mezzo solo due prestiti di breve durata, per il resto una vita passata tra i cancelli di Formello. Ecco perché le immagini della discussione Lotito-Inzaghi avranno fatto così male ai tifosi della Lazio, Simone Inzaghi è stato la Lazio, e probabilmente meritava un addio diverso. Dopo un periodo così lungo, fatto più di successi che delusioni, c’è bisogno di un cambio totale. Questa volta però la Lazio non può più nascondersi, non può tentare la fortuna come nel caso del mancato arrivo del “Loco” Bielsa, questa volta serve un nome altisonante.

Maurizio Sarri, ex allenatore di Napoli, Juventus e Chelsea
Maurizio Sarri, ex allenatore di Napoli, Juventus e Chelsea

Maurizio Sarri è il regalo del presidente Lotito ai suoi tifosi, ma anche la garanzia che in casa Lazio le ambizioni ci sono. Nella Capitale, Sarri potrebbe ritrovare quell’ambiente caloroso e passionale, che ricorda la fortunata avventura di Napoli. Non si può però ignorare la questione tecnica, la Lazio è ben altra squadra rispetto ai partenopei di quel tempo e, qualora non si intervenisse in maniera accurata sulla rosa, il rischio di un fallimento sarebbe dietro l’angolo. Quel 4-3-3 tanto caro al mister, replicato a singhiozzi in quel di Londra e Torino, sarà un passaggio fondamentale della nuova avventura di Maurizio Sarri in casa Lazio.

Sullo stesso argomento  Lazio, idea Torreira: scambio con l'Arsenal?
Filippo Inzaghi, ex allenatore del Benevento @Image Sport

Brescia, UFFICIALE: Filippo Inzaghi è il nuovo allenatore

Juan Musso, portiere dell'Udinese @Image Sport

Calciomercato, da Musso a Meslier: il valzer dei portieri