in

Inter, flop Vidal: problema fisico o di ruolo?

Arturo Vidal (Inter)
Arturo Vidal (Inter) @Image Sport

Non sappiamo come la pensi Antonio Conte riguardo questa faccenda e, magari, il tecnico salentino aveva messo in conto un periodo di adattamento ad un nuovo ruolo anche per un giocatore esperto come il cileno. In ogni caso, non potendo fare affidamento sull’opinione di chi vede e conosce Vidal meglio di chiunque altro, è bene analizzare quel che sta succedendo all’ex centrocampista della Juventus. L’incisività di Vidal a livello tecnico e carismatico sembra essere svanita. Nelle precedenti esperienze si vedeva chiaramente come il cileno con un entrata o con un giocata riuscisse a scuotere gli altri 10 intorno a lui.

La capacità di muovere emotivamente la squadra sembra essere, infatti, il primo passo indietro del cileno in questa nuova esperienza italiana. Poi, rispetto a quanto eravamo abituati, Vidal sembra un giocatore più statico, meno mobile e fisicamente più compassato rispetto a prima. La dinamicità alla quale eravamo abituati, quella che gli permetteva di ricoprire più metri all’interno terreno di gioco, sembra essere venuta meno e che il problema principale possa essere il cambio di ruolo è opzione concreta e valida.

Questo ruolo più arretrato, quasi di regia, che Conte invece sembra volergli vestire addosso, lo starebbe limitando e senz’altro questo potrebbe essere un fattore da prendere in considerazione. I dubbi, però, principali sono quelli fisici. Vidal, lo si vede chiaramente, non è lo stesso giocatore mostruosamente continuo e dominante che abbiamo imparato a conoscere negli anni juventini, ma anche in Germania con il Bayern Monaco. Gli anni passano per tutti e, esattamente come Nainggolan, un calo fisico era da mettere in conto.

E’ per questo che i dubbi su Vidal e sulla scelta di Conte dovrebbero partire da un altro punto di vista: “E se fosse stato il calo fisico a far compiere questa scelta al tecnico”. Rinunciare al carisma e alla qualità di Vidal è difficile per tutti e forse è per questo che si è scelto di vestire il cileno di altri compiti con un ruolo meno fisico che richiede meno strappi ma più continuità. Insomma, Conte non può essere impazzito e, magari, le sue scelte hanno altre spiegazioni. Dovrà essere proprio Vidal a smentirlo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Vota Articolo

704 points
Upvote Downvote
Alvaro Morata, attaccante della Juventus @imagephotoagency

Ferencvaros-Juventus, problemi di pressing: l’analisi tattica della gara

Aaron Ramsey, Juventus

Juventus, Ramsey out: in dubbio per la Lazio