in

Inter-Juventus 2-1, Sacchi: “Ha vinto chi ha fatto di più, ma devono migliorare entrambe”

Arrigo Sacchi si è espresso a proposito della finale di Supercoppa tra Inter e Juventus, vinta dai nerazzurri per 2-1

Arrigo Sacchi, ex allenatore del Milan
Arrigo Sacchi, ex allenatore del Milan

Ieri sera è andata in scena la finale di Supercoppa italiana tra Inter e Juventus, che ha visto i nerazzurri portare a casa il primo trofeo della stagione per 2-1, allo scadere dei tempi supplementari. A commentare la gara, ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, è stato Arrigo Sacchi, che ha avuto modi di affrontare vari punti:

La prestazione delle due squadre – “Penso che abbia vinto la squadra che alla fine dei conti ha mostrato qualcosa in più. Entrambe, in ogni caso, hanno bisogno di migliorare se vogliono provare a competere a livello internazionale. L’Inter ha giocato per i primi 15 minuti tenendo elevata l’intensità a producendo delle buone occasioni, poi, però, è calata. A mio parere, comunque, che la Juventus abbia mostrato carattere, grinta e volontà, ma deve lavorare per migliorare la fase di pressing e la qualità del gioco. Bisogna sempre ricordare che mancavano vari elementi”.

Le reti – “Quando è arrivato il gol della Juventus, l’Inter era in un momento in cui faceva fatica a tenere in mano le redini del gioco. La rete poteva spiazzare la squadra di Inzaghi, che, invece, è stata molto brava a reagire. Il pari, invece, è arrivato nel momento in cui era giusto, anche perché nel primo tempo è stato l’Inter ad aver fatto di più. Inoltre, il rigore è scaturito da un’azione molto bella. La Juventus si è impegnata, ma in parecchie situazioni i reparti erano disconnessi e quindi era complicato andare in pressing”.

La prestazione dei giocatori – Lautaro si è presentato dagli 11 metri e ha calciato con freddezza. Inoltre, è sempre pericoloso per la difesa avversaria. Brozovic? Mi è piaciuto perché è sempre nel vivo dell’azione e detta i tempi. Dzeko, invece, non ha dato il massimo. Per quanto riguarda Dybala, se il pallone lo tengono gli avversari fa fatica ad incidere. In ogni caso, ha avuto una possibilità e ha calciato subito in porta”.