Inter, Lukaku è devastante: sorpasso da Re

Romelu Lukaku, attaccante dell'Inter @Image Sport
Romelu Lukaku, attaccante dell'Inter @Image Sport

La vittoria sulla Lazio da parte dell’Inter di Conte certifica l’importanza di Romelu Lukaku nello scacchiere nerazzurro. Due gol e un assist per Lautaro lanciano in vetta la Beneamata, che supera il Milan e diventa la principale artefice del proprio destino.

Esistono numerosi calciatori che nel corso delle loro carriere si sono rivelati estremamente importanti per un particolare allenatore. Chiamateli pupilli, chiamateli insostituibili: fatto sta che dalla loro presenza dipendono le sorti di una squadra. In questa categoria rientra indubbiamente Romelu Lukaku, attaccante dell’Inter dallo scorso anno ed importante per Antonio Conte per almeno tre motivazioni. La prima riguarda, neanche a dirlo, i gol segnati. Con la doppietta alla Lazio nella serata di ieri, Big Rom ha agguantato i 300 gol in carriera e i sedici di Cristiano Ronaldo nel campionato in corso. La seconda è inerente al gioco espresso dai nerazzurri, esiste infatti un’Inter con ed una senza Lukaku, punto di appoggio nei momenti di difficoltà e fulcro della manovra offensiva. Terzo, ma non per importanza, l’attaccamento che nel biennio dimostra ai colori che indossa. Quelli dell’Inter, che con la vittoria per 3-1 sulla Lazio si posiziona in vetta solitaria nella classifica di Serie A.

Antonio Conte, allenatore dell'Inter @Image Sport
Antonio Conte, allenatore dell’Inter @Image Sport

Lukaku cinico, Inter decisa: sorpasso sul Milan prima del derby

Il Lukaku visto contro la Lazio è stato devastante e cinico, un pericolo costante per la difesa di Inzaghi. Con ogni probabilità alcune scelte tecniche dell’avversario lo hanno messo nelle migliori condizioni per brillare, ma l’attaccante dell’Inter mette molta farina del suo sacco. La freddezza dimostrata dal dischetto e nello sfruttare il rimpallo tra Brozovic e Lazzari è da mostrare come esempio a chi un giorno vorrà intraprendere la carriera da attaccante. Ma il concetto di uomo-squadra raggiunge il climax nel terzo gol dei nerazzurri di Conte, sia per peso che per esecuzione. La rete giunge nel momento di massimo sforzo della Lazio, che con la punizione deviata di Milinkovic aveva riaperto i giochi e sembrava ancor più in controllo della gara, pronta a colpire.

Romelu Lukaku attaccante dell'Inter @Image Sport
Romelu Lukaku attaccante dell’Inter @Image Sport

Un contropiede, però, basta ed avanza per Lukaku che brucia Parolo e mantiene la freddezza per recapitare a Lautaro il pallone che chiude i giochi. Una progressione che Big Rom ha nelle sue corde e che coincide spesso con un successo per l’Inter. Conte si è mantenuto prudente al termine della gara, confermando l’importanza di arrivare davanti al Milan nel derby della prossima giornata. Dopo lo stop rossonero contro il bello ed inaspettato Spezia e la caduta della Juventus a Napoli, la classifica interista sorride e lancia la Beneamata al di sopra di tutti. E con un Lukaku così, che contribuisce ad un sorpasso da Re dei bomber, restarci fino alla fine non è di certo un’utopia.

Antonio Conte, allenatore dell'Inter @imagephotoagency

Inter, capolavoro di Conte: la squadra si evolve e punta lo scudetto

Jordan Veretout, centrocampista della Roma @Image Sport

Roma forza 3: gol e sorpasso, Fonseca fa festa