in

Inter, Lukaku-Lautaro per vincere ancora: si riparte dalla coppia scudetto

La nuova Inter di Simone Inzaghi riparte dalla coppia scudetto formata da Romelu Lukaku e Lautaro Martínez, insieme per vincere ancora

Romelu Lukaku e Lautaro Martinez (Inter) @Image Sport
Romelu Lukaku e Lautaro Martinez (Inter) @Image Sport

Inter, Inzaghi riparte dalla LuLa

Tra le tante incertezze di questo calciomercato, l’Inter riparte da due due punti fermi: la propria difesa, definita dal difensore Stefan de Vrij una “band rock” e la LuLa, ovvero la coppia da titolo formata dai due centravanti Romelu Lukaku e Lautaro Martínez. I due hanno dimostrato nella passata stagione di avere un feeling particolare, di trovarsi a memoria e soprattutto di anteporre il bene della squadra alla propria gioia per il goal; le statistiche d’altronde parlano chiaro: 24 goal e 11 assist per il centravanti belga, 17 goal e 6 assist per l’argentino.

[irp]

Lukaku e Lautaro hanno trascinato l’Inter fino alla vittoria dello Scudetto a suon di goal e assist e oltre ad esser compagni di campo, lo sono diventati anche di vita, tanto da condividere diversi momenti extra campo insieme e da creare un’esultanza di coppia, nella quale mimano un fucile con le mani l’uno contro l’altro. Il centravanti belga spiegò infatti in un’intervista che l’esultanza nasceva dalla condivisione di momenti fuori dal campo ed in particolare alla PlayStation, nel gioco “Call of Duty“, famoso gioco di sparatutto.

Il percorso della LuLa all’Inter

L’arrivo di Lautaro Martínez il 4 luglio 2018 dal Racing Club, costituiva il primo pezzo di un puzzle che si sarebbe completato l’anno successivo con l’approdo a Milano di Romelu Lukaku. L’attaccante argentino arrivava per completare il reparto d’attacco e rappresentare un’alternativa di grande livello al centravanti titolare Mauro Icardi; complice l’incrinarsi dei rapporti tra quest’ultimo e la dirigenza, Lautaro riuscì a ritagliarsi un posto da titolare nella formazione dell’allora tecnico Luciano Spalletti, raccogliendo 6 goal e 2 assist in 27 partite e facendo intravedere delle potenzialità importanti, che avevano bisogno di essere messe in luce, proprio come fatto da Antonio Conte.

[irp]

L’8 agosto 2019 arrivò invece Romelu Lukaku dopo una lunga trattativa dell’amministratore delegato nerazzurro Beppe Marotta col Manchester United, in cui fu decisiva la volontà del calciatore belga di sposare il nuovo progetto del tecnico Antonio Conte, arrivato proprio in quella stagione per sostituire Luciano Spalletti; il belga si presentò dicendo: “Volevo solo l’Inter, perché Inter is Not For Everyone. Sono qui per riportare i nerazzurri alla vittoria“. Detto, fatto!

Lukaku e Lautaro Martinez, giocatori dell'Inter (foto by @imagephotoagency)
Lukaku e Lautaro Martinez, giocatori dell’Inter (foto by @imagephotoagency)

Chiamato nel difficile compito di sostituire Mauro Icardi, passato al Paris Saint-Germain, riesce a suon di gol a conquistare il cuore dei tifosi nerazzurri, che vedono in lui un gigante buono, capace di trascinare e rendersi protagonista della squadra insieme a Lautaro Martínez.

[irp]

I due dimostrano di trovarsi sin da subito in sintonia e formano una coppia devastante, che a tratti può ricordare la famosa coppia formata da Diego Milito e Samuel Eto’o, con la differenza che il secondo agiva da esterno d’attacco nell’Inter che ha fatto la storia con il Triplete del 2010, sotto la guida di José Mourinho e Massimo Moratti. Ora una nuova stagione è alle porte, il nuovo tecnico Simone Inzaghi è chiamato a difendere lo scudetto conquistato da Conte nella passata stagione e dovrà farlo con i suoi due guerrieri: uno argentino, l’altro belga, ma che sul campo diventano un tutt’uno.