in

Inter-Lukaku, si teme l’effetto domino: crollano le certezze di Inzaghi

In casa Inter continua a tenere banco il caso del centravanti Romelu Lukaku, che potrebbe salutare a giorni. Il tecnico Simone Inzaghi ora teme l’effetto domino

Romelu Lukaku, Inter @ImageSport
Romelu Lukaku, Inter @ImageSport

Lukaku verso l’addio

In casa Inter sono giorni di grande tensione: nessuno, fino a pochi giorni fa, si sarebbe aspettato che il centravanti Romelu Lukaku, il principale trascinatore dei nerazzurri nella corsa allo scudetto, potesse essere messo in discussione e addirittura essere vicino all’addio a pochi giorni dall’inizio del nuovo campionato di Serie A. Tutto questo, quando ancora non è arrivato alcun rinforzo dal mercato in entrata.

[irp]

La cessione del gigante belga al Chelsea potrebbe creare una grossa frattura tra la dirigenza e la proprietà Suning. Beppe Marotta, Piero Ausilio ed il tecnico Simone Inzaghi sarebbero contrari alla sua cessione, mentre la famiglia Zhang, basandosi su una logica di puro profitto e intravedendo la possibilità di sistemare i bilanci, non considererebbe nessuno intoccabile e starebbe aspettando l’offerta giusta per capitalizzare al massimo il trasferimento. Il Chelsea potrebbe tentare l’affondo già nelle prossime ore con un’offerta che, come riportato da La Gazzetta dello Sport, sembrerebbe aggirarsi intorno ai 120 milioni di euro. L’addio di Romelu Lukaku non può essere considerato un normale trasferimento di calciomercato, poiché costituirebbe la distruzione di un ciclo vincente, che sarebbe potuto esserlo ancora con il tecnico Simone Inzaghi sulla panchina nerazzurra.

Romelu Lukaku e Lautaro Martinez (Inter) @Image Sport
Romelu Lukaku e Lautaro Martinez (Inter) @Image Sport

Crollano le certezze di Inzaghi

Quando Simone Inzaghi il 3 giugno 2021 ha posto la firma sul suo nuovo contratto, lasciando la Lazio per sposare un nuovo progetto, con l’ambizione di continuare un ciclo vincente, dopo la vittoria dello Scudetto con Antonio Conte, non si aspettava certo di ritrovarsi a dover ridisegnare tutti i suoi schemi a 15 giorni dall’inizio del nuovo campionato. Cosa che avverrebbe nel caso di addio di Big Rom al Chelsea, che nei disegni del tecnico sarebbe stato l’assoluto protagonista insieme a Lautaro Martínez.

[irp]

Il rischio adesso è che l’eventuale uscita di Lukaku, possa innescare un clamoroso effetto domino: si sa, i grandi club non sono soliti mettere in discussione i propri campioni ed in questo momento la proprietà Suning sta facendo passare il messaggio che non esistono giocatori incedibili, per la filosofia “Tutti servono, ma nessuno è fondamentale“; un pugno nello stomaco a chi lotta per la maglia e pensava di non poter essere messo mai in discussione.

[irp]

Come riportato infatti da Il Corriere della Sera, sarebbero a rischio cessione anche Lautaro Martinez, Nicolò Barella e Stefan De Vrij: nella sede nerazzurra la confusione è totale, solo una retromarcia clamorosa nell’operazione Lukaku-Chelsea potrebbe ristabilire gli equilibri nello spogliatoio e nell’ambiente nerazzurro: i romantici del calcio sperano ancora che la logica del profitto non prevalga sulla promessa fatta ai tifosi, di continuare un ciclo vincente.