in

Inter, occasione Szoboszlai: la strategia nerazzurra implica sacrifici

Szoboszlai, centrocampista del RB Salisburgo
Szoboszlai, centrocampista del RB Salisburgo

L’Inter non sta vivendo un avvio di stagione particolarmente brillante come in molti si erano auspicati: in campionato stenta a decollare, con i cugini rossoneri del Milan alla guida della Serie A e in Champions manca ancora la prima vittoria. Una situazione complicata quella dei nerazzurri che si starebbero guardato attorno per cercare soluzioni per puntellare la squadra nel mercato di gennaio.

Tra i nomi in cima alla lista dei desideri di Piero Ausilio e Giuseppe Marotta ci sarebbe Dominik Szoboszlai, centrocampista ungherese del Salisburgo. Si tratta di un profilo giovane (classe 2000) di grande prospettiva che sarebbe possibile prendere pagando la clausola rescissoria di 25 milioni di euro pagabili in un’unica soluzione.

La linea però tracciata da Steven Zhang è piuttosto chiara: non si acquista se prima non si guadagna qualcosa. Senza cessioni dunque il mercato di gennaio dei nerazzurri sarà composto principalmente da prestiti a meno che non si riesca a pescare qualche occasione. Nonostante, a causa del Covid, le società non possano più permettersi determinati investimenti, il prezzo del cartellino dell’ungherese è allettante, specie se paragonato ai prezzi di altri giovani prospetti del calcio mondiale.

I nerazzurri però non hanno la liquidità per affrontare un simile affare ma in questo potrebbero intervenire le due questioni più calde, rappresentate da Radja Nainggolan e Christian Eriksen. I due infatti sarebbero dati per partenti già nella finestra di mercato invernale e una loro cessione potrebbe garantire un tesoretto importante da poter reinvestire. Entrambi non hanno convinto fino in fondo l’allenatore Antonio Conte nonostante siano stati un investimento importante della società.

LEGGI ANCHE  Calciomercato Juventus, Isco tra i tanti: Pogba il chiodo fisso

L’occasione potrebbe svanire presto dato che il giovane talento del Salisburgo piace a molte squadre tra cui anche il Milan. Ora però i nerazzurri devono pensare alla gara con il Real Madrid che già si prospetta decisiva in vista del possibile passaggio del turno. Una settimana impegnativa che si concluderà con l’impegno in Serie A contro l’Atalanta.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Vota Articolo

726 points
Upvote Downvote
Coronavirus, il governo chiude i parchi. Sport? Solo in autonomia

Coronavirus, la strategia del Governo: si torna in lockdown?

Arbitro Rocchi al Var

Serie A, VARivista: i dubbi sul “chiaro ed evidente errore”