in

Inter-Real Madrid, Inzaghi: “Domani grande opportunità. Non dobbiamo pensare al passato”

L’allenatore dell’Inter, Simone Inzaghi, è intervenuto nella consueta conferenza stampa della vigilia in vista dell’esordio in Champions League contro il Real Madrid

Simone Inzaghi, tecnico dell'Inter
Simone Inzaghi, tecnico dell'Inter

Manca un giorno all’esordio in Champions League dell’Inter: domani, i ragazzi di Simone Inzaghi affronteranno il Real Madrid a San Siro nella prima partita del gruppo D. Proprio il tecnico dei nerazzurri ha parlato durante la conferenza stampa di presentazione del match, soffermandosi sul gap di esperienza che lo separa dall’allenatore dei blancos, Carlo Ancelotti: “Da allenatore tra Europa League e Champions penso di essere vicino alle 50 gare, poi chiaro che Ancelotti abbia più esperienza di me. Uno degli allenatori più vincenti della storia, un grande allenatore con cui è un piacere parlare di calcio, ha grande organizzazione”.

VINICIUS JUNIOR – “Vincius Jr? Si trova in un ottimo momento ma non possiamo pensare solo a lui, rischiamo di dimenticare tanti altri giocatori, c’è molto talento nel Real e Vinicius sarà uno degli osservati speciale. Hanno una grande organizzazione: il Real fraseggia bene, gioca nello stretto e sa prenderti nella profondità. Dovremo esser bravi in fase di possesso”.

[irp]

MALEDIZIONE OTTAVI – L’Inter purtroppo negli ultimi 10 anni non arriva negli ottavi, ma si può sempre migliorare: non dobbiamo pensare sul lungo delle sfide e al passato, domani abbiamo una grande opportunità di scrivere una nuova pagina importante e dovremo saper fare bene entrambe le fasi di gioco”.

BASTONI – Bastoni lo valuterò, ieri si è allenato in maniera leggera, c’è ottimismo ma dobbiamo vedere le risposte che darà il ragazzo”.