in

Inter-Škriniar senza fine: ancora insieme per la lotta Scudetto

La storia d’amore tra l’Inter ed il difensore slovacco Milan Škriniar è destinata ad andare avanti, ancora insieme per la lotta Scudetto: un traguardo da difendere, parola del muro nerazzurro

Milan Skriniar, difensore dell'Inter
Milan Skriniar, difensore dell'Inter

Škriniar verso la permanenza

La storia d’amore tra l’Inter e Milan Škriniar proseguirà, dal momento che il calciatore, nonostante i rumors di mercato riguardanti un forte interesse del Tottenham, avrebbe già ribadito alla dirigenza nerazzurra la propria volontà. Il difensore, intervistato da La Gazzetta dello Sport è apparso molto entusiasta del suo percorso all’Inter ed ha ribadito gli obiettivi posti anche dal nuovo tecnico Simone Inzaghi: la difesa dello scudetto ed il miglioramento del percorso in Champions League. Queste le parole del difensore: “L’obiettivo è lo Scudetto. Dopo aver vinto il campionato non si può puntare a qualcosa di inferiore. Lavoreremo per ripeterci, anche se sappiamo che non sarà facileDobbiamo puntare a vincere ogni partita, vogliamo dimostrare di essere ancora i più forti

Sullo stesso argomento
Cagliari, fatta per il ritorno di Nainggolan: sarà ancora prestito

Dopo aver ufficializzato il rinnovo del centrale Alessandro Bastoni fino al 2024, l’amministratore delegato nerazzurro Beppe Marotta starebbe cominciando a lavorare anche ai rinnovi di contratto dei difensori Milan Škriniar e Stefan de Vrij, entrambi in scadenza nel 2023.

Il percorso di Škriniar all’Inter

Milan Škriniar veniva presentato dall’Inter l’11 luglio 2017, con i nerazzurri che versavano nelle casse della Sampdoria una cifra intorno ai 15 milioni di euro, a cui si aggiungeva il cartellino dell’attaccante Gianluca Caprari. Il difensore si era presentato in conferenza stampa con l’ambizione di “fare la storia” ed alla fine la storia l’ha fatta per davvero. Missione compiuta, giocando una stagione da protagonista in difesa, culminata con la vittoria dello Scudetto sotto la guida del tecnico Antonio Conte. Ma il suo percorso non è sempre stato lineare.

Sullo stesso argomento
Inter, Ramadani offre Pjanic: tutto dipende da Brozovic

Considerato insostituibile nel 4-3-3 utilizzato dall’ex tecnico nerazzurro Luciano Spalletti, Škriniar non è più stato certo di un posto da titolare con l’arrivo di Antonio Conte. Il tecnico salentino, prediligendo il modulo 3-5-2, spesso gli preferiva il difensore uruguaiano Diego Godín, approdato all’Inter nell’estate 2019 dall’Atletico Madrid, con più esperienza nel gioco a tre. Fu proprio Godín infatti, al fianco di Alessandro Bastoni e Stefan de Vrij, a giocare le partite più importanti nel finale di stagione 2019-2020, tra cui la finale persa contro il Siviglia per 3-2.

Milan Skriniar, difensore dell'Inter @imagephotoagency
Milan Skriniar, difensore dell’Inter @imagephotoagency

Nel frattempo, Škriniar nonostante i rumors che lo vedevano verso l’addio, non si è mai perso d’animo. Ed ha continuato a lavorare silenziosamente per cercare di tornare al suo miglior livello, con l’obiettivo di tornare a difendere i nerazzurri da protagonista. Complice anche la partenza di Diego Godín nell’estate 2020, il difensore slovacco ha avuto l’opportunità di diventare nuovamente titolare. Da quel momento non ha più perso il posto, vivendo una delle sue migliori stagioni in Serie A e mettendosi in mostra con interventi difensivi straordinari. Il nuovo campionato è alle porte, il 21 agosto l’Inter è attesa a San Siro contro il Genoa. Škriniar è stato chiaro: “I campioni d’Italia siamo noi. E sono gli altri stavolta a dover inseguire“.

Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *